“L’alveare che dice sì”: acquisti alimentari online e ritiri nell’incontro con i produttori

Presentazione ufficiale il 21 novembre con "Alveritivo", occasione per scoprire e degustare specialità e prodotti tipici

Gli acquisti si fanno on line (e si pagano on line), ma senza rinunciare al rapporto diretto con i produttori è “L’alveare che dice sì!”, piattaforma di filiera corta nata in Francia e diffusa in tutta Europa, Asti compresa.

Iscrivendosi al sito www.alvearechedicesi.it (Asti) il carrello della spesa si riempie tramite internet, ma la consegna dei prodotti non avviene con il web o con un corriere: la spesa si ritira una volta alla settimana direttamente dalle mani dei produttori, un contatto diretto che consente di chiedere informazioni sugli acquisti.

Insomma, Dunque, “L’Alveare” viaggia su internet, ma tenendo fede alla regola “dal produttore al consumatore” perché sono le aziende a raggiungere i clienti: ogni giovedì dalle 18,30 alle 19,30, l’Alveare di Asti si riunisce alla gelateria Crema & Cioccolato di corso Casale 299. Per i nuovi clienti previsto un buono di 5 euro, mentre durante la distribuzione dell’Alveare “Crema & Cioccolato” propone sconti su gelati e torte.

Dopo due anni con diverse gestioni, oggi “L’Alveare che dice sì” è seguito direttamente dai produttori: capofila è il Ciabot di Baldichieri, con L’Avija di Callianetto, Agripassione di Valmanera, Mulino Viglino di Villanova, Terra di Collina di Montaldo Scarampi.

Alveare che dice sì

Con loro tante altre realtà con prodotti, tipicità ed eccellenze dolci e salate, del territorio e non solo, ma qualità e certificazione a fare da filo conduttore. Si punta sul km0, ma ci sono spesso delle “chicche” da fuori porta:

“Coinvolgiamo aziende anche da fuori Asti, ma con proposte particolari di eccellenza – spiega Alessandro Fassone (Agripassione) – Penso al Grana Padano da Reggio Emilia, alle arance siciliane proposte da un produttore che ha un magazzino in zona, o alla novità di BeeoPack, packaging innovativo e “plastic free” realizzato con la cera d’api, che sostituisce la pellicola di plastica per alimenti e la carta stagnola”.

La nuova gestione dell’Alveare sarà inaugurata ufficialmente giovedì 21 novembre con “Alveritivo”: si potranno scoprire e degustare le specialità dell’Alveare, presentate direttamente dai produttori. Informazioni sul sito, sulla pagina social Alveare – Asti, alvearediasti@gmail.com.