COOP richiama i formaggi Fior di Capra Fiorone e Caprino spalmabile Arrigoni

COOP ha diffuso il richiamo precauzionale di un lotto di formaggi Fior di capra Fiorone Arrigoni, e di un lotto di caprino fresco spalmabile sempre a marchio Arrigoni, per la possibile presenza di sostanze inibenti. I prodotti interessati dal richiamo sono:

Fiordicapra Fiorone in confezione da 2×75 grammi, con il numero di lotto 2210 e la data di scadenza 11/12/2019

Caprino fresco spalmabile in vaso da 1.000 grammi, con il numero di lotto 2210 e la data di scadenza 04/12/2019.

caprino spalmabile arrigoniEntrambi i formaggi richiamati sono stati prodotti per Arrigoni Battista Spa dal Caseificio Cattaneo Srl, nello stabilimento di via Marco Biagi 18, a Lomagna, in provincia di Lecco.

È da sottolineare, però, che i risultati delle analisi effettuate sul prodotto finito richieste dal produttore all’Istituto zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna non hanno rilevato la presenza di sostanze inibenti. Le sostanze inibenti sono un parametro sanitario direttamente collegato alla salute pubblica, rispetto agli altri parametri normativi, che costituisce da sempre il sistema di controllo di screening della presenza di residui di farmaci ad azione antibatterica nel latte (antibiotici e sulfamidici). Rilevante anche per le interferenze che può determinare in fase di caseificazione sulla vitalità dei microrganismi componenti la flora lattica filocasearia. In attesa di sviluppi ed eventuali revoche, Arrigoni precauzionalmente, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, consiglia di non consumare i formaggi segnalati e restituirli al punto vendita d’acquisto. Per ulteriori informazioni, è possibile contattare l’azienda ai numeri 0363 383937 e 347 3537496 e agli indirizzi e-mail ornella.togni@arrigoniformaggi.it e marco.arrigoni@arrigoniformaggi.it.