Attenzione alle truffe ai ristoranti: due nuovi tentativi nell’astigiano

Nel corso di questa settimana ci sono stati due tentativi di truffa ai danni di ristoranti dell’Astigiano, entrambi svolti con le stesse modalità.

L’Esercizio viene contattato telefonicamente per la prenotazione di una cena per 8/10 persone, per la quale viene richiesto al titolare di procurare un quantitativo di 4/6 bottiglie di vino piuttosto costoso (per il valore complessivo di circa 800/900 Euro).

Successivamente, lo stesso ristorante viene contattato da fantomatici rappresentanti in grado di fornire, tra le altre etichette, anche quelle richieste per la cena nella telefonata precedente. Ovviamente, il vino che i malfattori tentano di vendere al ristoratore non corrisponde alla tipologia richiesta: le etichette vengono falsificate.

Il comando Provinciale Carabiniere di Asti ha immediatamente provveduto ad informare l’associazione di categoria per informare tutti gli associati dei pericoli derivanti da questi tentativi di truffa. E’ importante veicolare queste informazioni per scongiurare analoghi episodi.

“Il nostro consiglio è innanzitutto quello di diffidare da rappresentanti non conosciuti o da persone che si spacciano come tali, evitare pagamenti di grosse cifre in contanti, controllare con scrupolo la merce che si intenende acquistare e richiedere immediatamente la fattura” si legge nella nota stampa dei Carabinieri.

Sono state avviate le indagini per ricostruire i casi avvenuti e, contestualmente, identificarne gli autori, anche attraverso l’analisi della informazioni raccolte riguardo fatti simili accaduti fuori provincia.