Lettere al direttore

Asti, Oasi dell’Immacolata: “La Curia ha ritirato il ricorso al TAR, nessun supermercato sarà costruito”

Riceviamo e pubblichiamo.

———————————————————————————————————————————-

Oasi dell’Immacolata. Sono ormai trascorsi quasi tre anni da quando un gruppo di cittadini Astigiani iniziò ad
opporsi al progetto di abbattimento del parco e della vecchia villa dellʼOasi, a fianco dello stadio comunale, per
costruirvi un supermercato.

Venne costituito un comitato civico spontaneo ed una associazione denominata VITTORIO che si impegnarono a
fondo per cercare di convincere la Curia astigiana a desistere dal progetto e lʼAmministrazione comunale a non
concedere le autorizzazioni edilizie. Quando, dopo qualche mese, gli uffici comunali negarono il permesso di
costruzione e la Curia fece ricorso al TAR per fare annullare tale diniego autorizzativo, anche lʼassociazione
VITTORIO unitamente ad oltre 40 cittadini, assistiti dall’avvocato Enrico Rabino, si costituirono parte civile avanti al TAR, a sostegno dellʼamministrazione pubblica, contro il ricorso della Curia.

Finalmente, dopo circa tre anni, la Curia ha ritenuto di ritirare il ricorso ed il Tar Piemonte ha dichiarato lʼestinzione della vicenda giudiziaria, che quindi può considerarsi felicemente conclusa: non sarà costruito il supermercato e sopratutto gli alberi che costituiscono il parco dellʼOasi, non saranno abbattuti.

Con lʼoccasione si ringraziano quanti sostennero attivamente lʼiniziativa del comitato e dellʼassociazione.

Paolo Montrucchio