Asti, presentato lo spettacolo benefico pro AISLA targato Amitiè Sans Frontières

Questa mattina, martedì 8 ottobre, nella sala Platone in Comune ad Asti è stato presentato uno spettacolo benefico, organizzato dall’associazione Amitiè Sans Frontières Club Service di Asti, presieduta da Giacomo Giovannini.

Ospiti della presentazione i “Mammuth”, volti noti di “Zelig” e Moreno Stefanini, regista del musical “Una Storia d’Amore e di Passione”, che saranno tra i grandi protagonisti della serata evento in programma sabato 19 ottobre alle 20,30, al Teatro Alfieri di Asti. Allo spettacolo interverrà anche Alessandro Politi, il “Grande Mago” di Zelig.

L’iniziativa è di Amitié Sans Frontières Asti, in partenariato con l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite UNHCR “Secours Yemen 2019” .

Il 19 ottobre andrà in scena il musical “Una Storia d’Amore e di Passione”. Tra una Parigi di oggi e una Parigi antica, verrà raccontata una storia d’amore e di passione impossibile, recitata, cantata e coreografata con la collaborazione di grandi Artisti, Debora Orioni, Valentina Camilleri, Fabio Plozner, Angelo Cauda, Moreno Stefanini, coreografie acrobatiche di Elena Bidoia, al pianoforte Domenico Morabito e con la partecipazione straordinaria di Mattia Inverni e Fabrizio Voghera già protagonisti in “Notre Dame de Paris”, uno tra gli spettacoli teatrali più apprezzati al mondo.

“L’obiettivo principale – spiega Giacomo Giovannini, presidente di Amitiè Sans Frontieres Italia, Club di Asti, fondata nel 1994 da Paola Raffaella Massimelli – è di raccogliere fondi sia a livello internazionale, in partenariato con l’ Alto Commissariato delle Nazioni Unite UNHCR, quest’anno per “Secours Yemen 2019” ed a livello locale a sostegno della associazione AISLA onlus sede di Asti, lavorando sul territorio per aiutare chi è in difficoltà. Per questa importante iniziativa del 25esimo anno dalla fondazione ha ottenuto anche il patrocinio della Città di Asti, il sostegno del Consorzio della Barbera presieduta da Filippo Mobrici, nonché di Banca Caribra”. A sostenere l’iniziativa anche privati.

Per assistere all’evento e sulle modalità del contributo contattare il Teatro Alfieri di Asti (0141/399.057 dal martedì al venerdì con orario continuato 10,30-16,30 –  Info: www.comune.asti.it).