Asti, con la Ciclofficina i bimbi imparano a pedalare in sicurezza e il Comune raccoglie bici usate da donare fotogallery

Gli alunni di quinta della Salvo D’Acquisto hanno pedalato sulla “Ciclopista”, il circuito della Ciclofficina di via Fenoglio 9, ad Asti.

Allestito nell’area esterna della Gramsci, è un percorso che insegna ai più piccoli a rispettare i segnali e le norme stradali, ma anche a mettersi alla prova su percorsi e fondi stradali diversi (selciato, porfido, erba, autobloccanti, dossi, porfido, ghiaia, asfalto) per imparare a pedalare in sicurezza.

A disposizione dei più piccoli ci sono 60 biciclette di misure diverse. A seguire i ragazzi, veri tutor delle due ruote, ci sono i ciclisti della Sensa Fren con Elena Dugono: “Abbiamo ereditato la Ciclofficina da Paolo Odorizio, ideatore del progetto – ha spiegato – In media, ogni anno, la pista ospita oltre mille alunni delle scuole astigiane”.

Un progetto promosso dagli assessori Mariangela Cotto (Politiche sociali) ed Elisa Pietragalla (Istruzione) anche per “abituare i nostri futuri cittadini a non considerare l’automobile come l’unico mezzo di trasporto in città”.

Con insegnanti e docenti, alla mattinata hanno partecipato anche il sindaco Rasero (che ha provato il percorso in bici), insegnanti, docenti e il dirigente scolastico Massimo Mongero. Nell’occasione è stata presentata la nuova iniziativa della Banca del Dono: recuperare biciclette in buono stato che ai bambini non servono più per donarle ad altri ragazzi che vorrebbero avere una bici ma che non ce l’hanno.

“Quando i bimbi crescono, spesso le bici restano nei ripostigli e nei garage – hanno spiegato Cotto e Pietragalla – Invece sono risorse da rimettere in circolo “per fare” anche in questo caso “del bene”, come già successo con la raccolta degli zaini: ne abbiamo raccolti oltre 400 donati dalle famiglie, e 300 sono già stati consegnati ai bimbi”.

Le biciclette possono essere consegnate alla Banca del Dono, in piazza Roma 8.