Un nuovo Dirigente alla Questura di Asti

Da lunedì 9 settembre, al termine del tirocinio applicativo, ha preso servizio presso la Questura di Asti, come Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico il Commissario Capo della Polizia di Stato Francesco Gigante.

Originario di Napoli, 35 anni, amante dello sport (ha praticato karate, kickboxing e boxe) dopo aver conseguito la Laurea in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli e il Master di II livello in Scienze della Sicurezza, Gigante ha lavorato per nove anni a Roma come avvocato con il sogno, fin da bambino, di entrare in Polizia, realizzato nel 2017. I primi due anni di servizio sono stati di tirocinio e gli ultimi sei mesi trascorsi ad Asti, dove ha potuto conoscere la realtà locale, affiancando i colleghi della Questura di Asti e svolgendo tirocinio in diversi settori come la Divisione Anticrimine, l’Ufficio di Gabinetto, l’Ufficio Controllo del Territorio e l’Ufficio Personale.

Francesco gigante

Il suo ingresso ufficiale tra le fila della Questura di Asti è avvenuto con una presentazione alla stampa nella mattinata di oggi, lunedì 16 settembre.

L’esperienza maturata in questi mesi – sottolinea il Questore Alessandra Faranda Cordella – è molto importante perchè ha avuto un punto di osservazione privilegiato per conoscere il territorio astigiano, una visione diretta dell’operatività della Questura.”

Gigante è diventato Dirigente del servizio delle volanti, un incarico molto importante per chi vuole vivere l’attività sul territorio e che lo vedrà in operativa proprio sul territorio, nonchè Vice Capo di Gabinetto. “Ho voluto fortemente questo incarico – conferma Gigante – perchè rappresenta un passaggio essenziale. La scelta della sede è stata ponderata, sebbene sia più piccola rispetto alle realtà che conosco come Napoli e Roma, anche Asti ha le sue problematiche e credo sia un ottimo punto di partenza.”

Con sè, il nuovo arrivato ha portato anche una ventata di comunicazione tecnologica: infatti è proprio lui a gestire la Pagina Facebook Questura di Asti, aperta da giugno come nuovo modo della Polizia di essere vicini ai cittadini. La conferenza odierna è stata quindi anche l’occasione, per il Questore, di esprimere la sua soddisfazione per questo ulteriore “momento di contatto con il cittadino” dove gli utenti possono vedere la presenza tra la gente della Polizia, un’Amministrazione sempre in continua evoluzione, che cresce con le comunità.