Quantcast

L’esibizione del tenore Enrico Iviglia chiude l’edizione 2019 della Douja d’Or: serata su prenotazione

Più informazioni su

Grande attesa per “De-canter”, l’esibizione del tenore di origini astigiane Enrico Iviglia, a conclusione della Douja d’Or 2019.

L’appuntamento è per domenica 15 settembre alle 21 a Palazzo Ottolenghi. Iviglia sarà accompagnato da Andrea Campora al pianoforte e Mauro Pavese alla tromba.

Sono oltre 35 i ruoli che Iviglia, fino ad ora, ha interpretato nel corso della sua carriera, calcando i principali teatri: degne di nota, Lindoro al Teatro alla Scala, Libenskof al Teatro Real di Madrid, Conte di Almaviva a Bunkakaican di Tokyo. È appassionato di cucina, ama il contatto con la natura. L’amore per la sua terra di origine (è originario di Castell’Alfero) lo porta a interpretare una chiusura della Douja d’Or con un momento musicale e un calice alzato al Monferrato.

Ma la data del 15 settembre è importante per il tenore anche per un altro motivo: domenica uscirà infatti in libreria un libro che racconta la sua straordinaria storia.  “Ad alta voce-Storia di un ragazzo diventato tenore” ripercorre i suoi primi quarant’anni di bambino bullizzato, di ragazzo ribelle diventato poi affermato tenore, arrivando a esibirsi nei teatri di tutto il mondo.

Serata su prenotazione
La serata di chiusura della Douja d’Or con il tenore Iviglia è a invito e su prenotazione, fino ad esaurimento posti. È possibile prenotare esclusivamente via mail all’indirizzo silvana.negro@at.camcom.it. La prenotazione deve riportare nome e cognome del prenotante, numero dei posti richiesti e recapito telefonico. I posti saranno assegnati in ordine cronologico di arrivo delle e-mail di prenotazione, sino ad esaurimento dei posti disponibili. La segreteria confermerà la prenotazione.

Più informazioni su