Quantcast

Decine di astigiani in arancione per la camminata e la pedalata di Asti Cambia

Nella “Settimana della mobilità sostenibile” decine di astigiani hanno risposto all’appello della rete Asti Cambia, tutti indossando abbigliamento o accessori arancioni, il colore scelto “per indicare il cambiamento necessario per salvaguardare la vita quotidiana”.

Venerdì la passeggiata “Asti Cambia camminando” è partita da quattro diversi punti della città diretta in piazza Statuto per l’aperitivo preparato da Negozio leggero e cooperativa della Rava e della Fava. I 4 gruppi sono partiti dal parcheggio Esselunga di corso Torino, dall’ospedale Massaia, da corso Alessandria e dalla zona di corso Savona accompagnati dalle “guide ambientali”: Luca Chiusano (Osservatorio per la sostenibilità dell’Astigiano), Angelo Porta e Giancarlo Dapavo (Legambiente), Alessandro Mortarino (Salviamo il Paesaggio). Tra i tanti cittadini, anche rappresentanti di associazioni e movimenti ambientalisti, gruppi e associazioni sportive come Atletica Asti 2.2 e i podisti del gruppo Ambasciatori Città di Asti. E poi famiglie, nonni, adulti, bambini e ragazzi.

asti cambia

Stessi tragitti per la biciclettata “Asti Cambia pedalando”: partiti da 4 diverse periferie della città, sabato mattina bambini e grandi hanno raggiunto piazza Statuto guidati dai ciclisti Fiab (presidente Gianluigi Fiore). Prima la tappa in piazza Statuto poi, con Clemente Elis Aceto “capogruppo”, la partenza per un giro in vie e piazze del centro storico con tappa in piazza San Secondo, sotto il municipio, “per svegliare il Comune sulla mobilità sostenibile” con fischietti e campanelli.