Cane da caccia ferito da “laccio armato”, intervento dei Carabinieri Forestali

Un brutto episodio è stato segnalato a Canelli, in Regione Ca Volpi.

Un cane da caccia è rimasto ferito da un “laccio armato”, una trappola non legale utilizzata per catturare gli animali selvatici che può causare il soffocamento degli animali.

In seguito alla segnalazione del padrone del cane ferito, sono intervenuti i Carabinieri forestali di Canelli che hanno rinvenuto la trappola e liberato il cane.

I militari hanno sequestrato la treccia metallica, armata al passaggio di animali di media taglia, e un rocchetto di filo di ferro utilizzato per assicurare il laccio al palo di una vigna; sono state avviate le indagini per capire chi sono i proprietari dei fondi in cui è stata rinvenuta la trappola.