Quantcast

Asti, con “Tavolontario” e “Volontariato in Vetrina” il volontariato si fa conoscere

Si è svolto martedì pomeriggio l’incontro di presentazione delle due iniziative a favore del volontariato “Volontariato in vetrina” e “Tavolontario”, che si confermano nel programma degli eventi astigiani di settembre, dopo il successo di partecipazione dello scorso anno. Un’opportunità per le associazioni per aprirsi alla cittadinanza e far conoscere le proprie attività ed iniziative.

Con “Volontariato in vetrina” fino al 28 settembre le associazioni potranno esporre presso le vetrine degli esercizi commerciali aderenti materiale informativo e promozionale delle proprie attività. Un’occasione per interagire con i clienti del negozio e dare visibilità all’impegno solidale svolto sul territorio.

Domenica 29 settembre il volontariato scenderà in piazza per incontrarsi, condividere idee e progetti. “Tavolontario” vuole infatti essere un’opportunità per le diverse realtà dell’associazionismo locale di rafforzare la propria indispensabile presenza sul territorio.

In una piazza Roma libera da auto, tutt’attorno al Monumento all’Unità d’Italia, a partire dalle 17 saranno allestite grandi tavolate, che accoglieranno associazioni e volontari in un clima di convivialità e festa, creando di fatto un grande spazio di confronto ed aggregazione a cielo aperto.
Passeggiando tra i tavoli imbanditi con le specialità culinarie preparate da ciascuna associazione, i volontari potranno conoscersi meglio, rafforzare i rapporti già esistenti ma anche crearne di nuovi e, perché no, ragionare su progetti comuni e condivisi.

Sono già più di 30 le associazioni che hanno aderito alle iniziative, in rappresentanza di tutti i settori di intervento dal socio assistenziale alla protezione civile, dal settore sanitario a quello culturale.

Chi fosse ancora interessato può comunicare la propria adesione via mail, entro il 25 settembre, a e.sinibaldi@comune.asti.it o labancadeldono@comune.asti.it.

Entrambe le iniziative sono promosse dal Comune di Asti, in collaborazione con CSVAA, La Banca del Dono, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Asl At, Camera di Commercio di Asti, Ascom e Confesercenti e la preziosa partecipazione delle associazioni del territorio.