Quantcast

Le Rubriche di ATNews - Comunicare la bellezza

A Montechiaro d’Asti la Panetteria Fratelli Panzini compie 60 anni

Torte, tambass, tartufi, sfilate al Palio e partecipazione al Cantachiaro: la storia della famiglia Panzini titolare della panetteria-pasticceria omonima, è indissolubilmente legata a quella di Montechiaro d’Asti.

Entrando nel negozio dei Fratelli Panzini (Giovanni e Giuseppe) si è infatti subito rapiti da una serie di gigantografie che raccontano la storia della famiglia, del paese e della storica bottega, attiva da sessant’anni.

Al banco non mancano mai il sorriso, la competenza, la disponibilità delle mogli e le figlie dei titolari. Nella parte del laboratorio, Giovanni, talent scout del tambass negli anni settanta-ottanta e il figlio Stefano, giocatore di talento, premiato per la combattività nel 2016, Giuseppe e figlio Mario, tutti maestri pasticceri che confezionano ogni giorno deliziose leccornie. “Le nostre torte alle nocciole sono addirittura state alla mensa di Papa Francesco , in quanto gli avi sono nativi di cascina Pellerina a Montechiaro” affermano con orgoglio.

panetteria panzini montechiaro d'asti

La panetteria-pasticceria Panzini, rappresenta la tradizione dolciaria che partendo dai prodotti del territorio è capace di elaborare prodotti sempre nuovi e mai scontati. Un vasto assortimento di dolci impreziosisce la bottega a seconda dell’anno: dai morbidi baci di Montechiaro, ai canestrelli, dai brut e bon ai bignè della domenica, passando da panettoni, uova e colombe artigianali nei periodi natalizi e pasquali e dalle le torte ” la nocciolina” tutto l’anno, con ingredienti del territorio.

“Dietro a questa vastissima selezione di prodotti artigianali c’è una grande storia – come racconta Stefano, figlio di Giovanni – 60 anni di passione profumata: tutto vien fatto a mano, senza troppa concessione alle mode del momento.”

Una bella storia iniziata iniziata nel 1959, discutendo ogni giorno dall’alba al tramonto di tante idee all’insegna del gusto, ma anche di tamburello e tartufi. A questo punto non ci resta che aspettare la terza generazione con nuove idee e tanto entusiasmo.

E per ora, se si ha la fortuna di entrare in bottega nel momento in cui si apre il forno, si può godere del profumo del pane e dei grissini stirati a mano di una volta che inebria anche la via, da far venire l’acquolina in bocca.

panetteria panzini montechiaro d'asti