Quantcast

La Fiera della Canapa fa il pieno di interesse a Celle Enomondo fotogallery

Ferragosto nel segno della Canapa a Celle Enomondo: nell’ambito della Festa di San Rocco si è svolta oggi, 15 agosto, la Fiera della Canapa, nuova tappa del circuito “Ritorno alla Fiera”.

Una giornata ricca di proposte, con camminate, raduno delle vespe e tanto tanto altro con fulcro proprio la canapa.

Molto partecipata e apprezzata la camminata guidata da Welcome Piemonte, alla scoperta della storia di Celle Enomondo, dai primi insediamenti dei liguri all’epoca romana e medievale, che si è conclusa con una degustazione di vini dell’Enoteca Regionale Terre Alfieri di San Damiano.

Una storia di comunicazioni contatti e eccellenze. Già nell’antichità il vino era rinomato e diede il suo nome al paese: Enomondo significa infatti “vino limpido”. Parte della storia del paese è legata alla coltivazione della canapa e al suo utilizzo in passato per farne soprattutto fibre e tessuti.

La data del 15 agosto non è casuale: la raccolta della canapa avveniva proprio in questo periodo.

A dare il via alla giornata di festa i rappresentanti delle istituzioni. Il sindaco Lorenzo Carbone, Mario Sacco, presidente del Gal BMA, il presidente provincia Paolo Lanfranco e diversi sindaci e rappresentanti dei Comuni limitrofi. Tutti hanno voluto evidenziare e lodare l’impegno del paese che è entrato a far parte del circuito delle fiere con un prodotto fortemente legato al territorio ma che può essere volano di promozione e valorizzazione del territorio in termini sia turistici che socio culturali.

La coltivazione della canapa sta tornando e la canapa viene utilizzata in molteplici ambiti da quello alimentare per la produzione di olio e farina a quello della bioedilizia. “Promuovere la coltivazione della canapa può essere anche un modo per affrontare il problema del gerbido e dell’abbandono di campi e boschi”, come ha voluto sottolineare Lanfranco aggiungendo che “servirebbe un quadro normativo per affrontare la questione”.

La giornata è proseguita con il pranzo da tutto esaurito preparato dalla Pro Loco.

La Festa di San Rocco prosegue fino al 18 agosto.