Al Festival Cacciano di Moncalvo il concerto della Ghironda di Asti e del Coro Laeti Cantores di Canelli

Prosegue a Moncalvo il Festival Cacciano 2019 organizzato dal Comune di Moncalvo in collaborazione con il Centro Civico Montanari.

Sabato 24 agosto alle ore 21 presso il Santuario Santa Teresa di Calcutta si esibiranno il Gruppo di musica antica La Ghironda di Asti e il Coro Laeti Cantores di Canelli

Il concerto “ In cammino…musiche sacre e profane dei pellegrini medioevali” si ispira ad un fenomeno caratteristico di quel periodo storico quando molto diffusi erano i pellegrinaggi, cammini di penitenza e redenzione, verso una meta sacra da guadagnare con i sacrifici e le fatiche del proprio lungo viaggio.

Sigerico, Arcivescovo di Canterbury, recandosi a Roma in visita al Papa Giovanni XV nel 990 d.c., durante il viaggio di ritorno prese nota dei luoghi di sosta in un documento che si è conservato fino ai giorni nostri. Il suo diario è la più autentica testimonianza del percorso denominato Via Francigena, un tratto importante della quale attraversa il Piemonte.

L’itinerario francigeno non era solo un tracciato devozionale ma anche una via percorsa da mercanti, eserciti, uomini politici e di cultura che hanno creato un canale di scambio e comunicazione che ha portato alla sostanziale unità della cultura europea tra X e XIII secolo.

Favorendo gli scambi ed i contatti fra persone di diversa provenienza, i pellegrinaggi influirono profondamente sulla società dell’epoca, sotto il profilo economico, religioso e culturale.
A questa influenza non poté rimanere estranea la musica, allora veicolo naturale di trasmissione della cultura, quella sacra come quella profana. Passando da un santuario all’altro, i pellegrini erano soliti cantare e suonare, per mantenere il ritmo del passo, scacciare la monotonia e la fatica, celebrare degnamente l’arrivo nei luoghi sacri.

Il concerto, accompagnato da un racconto, presenta musiche e canti legati, in vario modo, al pellegrinaggio medievale, tratti dal Laudario di Cortona, dalle Cantigas de Santa Maria, dal Llibre Vermell di Monserrat, dai Carmina Burana e da altre fonti anonime medioevali.

Ingresso libero