Quantcast

“Guarda che Luna!” a Canelli oltre 150 persone a celebrare il il cinquantennale

Oltre centocinquanta persone hanno partecipato alla serata di sabato 20 luglio, organizzata da Memoria Viva Canelli in collaborazione con varie Associazioni, in occasione del cinquantennale dello sbarco dell’Uomo sulla Luna.

Oltre centocinquanta persone hanno partecipato alla serata di sabato 20 luglio, organizzata da Memoria Viva Canelli in collaborazione con varie Associazioni, in occasione del cinquantennale dello sbarco dell’Uomo sulla Luna.

L’evento, intitolato Guarda che Luna!, s’è sviluppato in tre fasi distinte: uno spettacolo, nel Cortile di Cascina Bocchino, con filmati d’epoca, danze, canzoni dal vivo, immagini e letture aventi come tema la tensione dell’Uomo verso la Luna; la suggestiva declamazione di poesie dal terrazzo della Torre dei Contini; e, in ultimo, l’osservazione della Luna e della volta celeste col telescopio e le preziose spiegazioni dell’astrofilo Carlo Perfumo.

Lo spettacolo ha mantenuto la promessa di “popolarità”, cambiando continuamente registro: s’è, infatti, passati dalla cronaca dell’epoca (con l’ausilio di telegiornali e speciali RAI) alle canzoni di Bennato, Mina e i Police, da “momenti Quark”, con emuli di Piero ed Alberto Angela, alle evoluzioni di sapienti ballerini, dalle “leggende” legate alla Luna alle poesie ad essa dedicate.

Molto suggestiva la declamazione delle poesie e dei brani di Leopardi, D’Annunzio e Pirandello dalla cima della Torre dei Contini, col meraviglioso panorama a 360 gradi delle colline illuminate.

guarda che luna!

La Luna, poi, sorta alle 23,20, ha dato spettacolo, offrendosi rossa come non mai all’osservazione dei tanti appassionati che si sono fermati a “leggere” il cielo fin oltre la mezzanotte.

Hanno animato la serata tra gli applausi i danzatori del C.S.D. Centro Studi Danza (Luca e Luna Martini, Elisa Gotta, Emma Insinga, Chiara Rizzola, Federica Solari), gli attori e cantanti di Colline 50 (Katia Ascone, Walter Meschiati, Fabio Messina, Sofia Montaldo e Francesca Pinna) e i lettori e presentatori di Memoria Viva (Mariapia Di Matteo, Marta Araldo, Elena Capra, Irene Bielli, Marco e Massimo Branda e Annamaria Tosti), mentre hanno fornito l’indispensabile supporto tecnico e logistico Ornella Domanda, Claudio Riccabone e le associazioni Nuovo Cinema, Pro Loco Canelli, Valle Belbo Pulita, Unitre Nizza-Canelli, Nordic Walking Incisa e Crescere Insieme.

guarda che luna!

Non è mancato un piccolo rinfresco, offerto delle Aziende Agricole Ghione, Scagliola e Bocchino.
Proseguono intanto a Canelli l’installazione Luna d’Artista, a cura del pittore canellese Massimo Berruti e del Laboratorio Artistico Azzurro Cielo (in piazza Cavour) e, all’interno della Mostra C.i.a Comics, Illustrations and Arts (Salone Riccadonna, in Corso Libertà), la sezione Guarda che Luna!