Asti, la Polizia sequestra piantine di marijuana in uno stabile abbandonato

Domenica scorsa, 14 luglio, nel corso delle attività di controllo del territorio, gli operatori della Squadra Volante della Questura di Asti, in zona Quarto Superiore, hanno notato alcune anomalie nei pressi di uno stabile apparentemente abbandonato.

Fumo che fuoriusciva da un camino, porte aperte e due lucchetti che presumibilmente chiudevano le porte di ingresso poggiati su un tavolo esterno alla casa. Gli agenti verificavano inoltre la presenza di un cavo elettrico che entrava attraverso l’inferriata all’interno dell’abitazione.

Contattata dalle forze del’ordine, sul posto si recava la proprietaria dello stabile, che immediatamente riscontrava le anomalie rilevate dagli agenti riferendo di aver disdetto l’erogazione di energia elettrica almeno tre anni prima. La donna faceva inoltre notare la presenza di un tubo di gomma di una pompa di irrigazione presente nel cortile collegata all’acquedotto, nonostante avesse fatto staccare il contatore dell’acqua da anni. Tutto ciò faceva supporre che ignoti si fossero allacciati abusivamente ai contatori delle utenze.

I poliziotti entravano, quindi, nell’abitazione dove subito avvertivano un odore acre di fumo e, nella stanza accanto all’ingresso, trovavano un’ottantina circa di vasi in plastica con all’interno steli di piantine recisi alla base ed alcune piante bruciate nel camino (risultate poi essere marijuana).

sequestro marijuana asti

Sul posto è arrivata anche la Squadra Mobile di Asti che, con i colleghi delle Volanti, hanno sequestrato i vasi, nonché altro materiale erbaceo che, sottoposto a Narcotest dalla Polizia Scientifica di Asti, è risultato positivo alla Canapa Indiana per un peso complessivo di circa 600 grammi.

sequestro marijuana asti