Campana dei tre Comuni, Maurizio Scandurra ringrazia i sindaci astigiani

Le parole del donatore del sacro bronzo: “Autorità competenti e attente al benessere del territorio”

A conclusione della giornata di festa di domenica 16 Giugno scorso per celebrare e tenere a battesimo, a Montiglio Monferrato, dell’arrivo della grande ‘Campana dei Tre Comuni’ dedicata alla storica fusione degli ex municipi di Montiglio, Colcavagno e Scandeluzza, nonché alla Divina Provvidenza e a San Giuseppe Benedetto Cottolengo, devozioni care al donatore del sacro bronzo Maurizio Scandurra, così lo stimato giornalista cattolico, saggista, benefattore e imprenditore torinese interviene sull’evento:

“In primis, ringrazio il Rev.Mo Don Carmine Arice, Padre Generale dell’Ordine di San Giuseppe Benedetto Cottolengo per averci impartito la Sua benedizione in nome di Dio e del Canonico Buono attraverso una magnifica lettera aperta che Ci ha fatto pervenire per l’occasione. Grazie infinite di vero cuore al Sindaco storico Dimitri Tasso, vero uomo di territorio giustamente amato dal suo popolo, nonché persona squisita e di enorme cultura tecnica e amministrativa, per avermi consentito di fare un atto di benemerenza al Comune e la Comunità tutta di Montiglio Monferrato.

E, con lui, il Vice Sindaco Giancarlo Scalambro, il Segretario Comunale Monti Alfredo, l’Assessore Maria Rosa Olivero, i prosindaci Fabrizio Brignolo e Carpignano Irene, la Consuntrice Elena Testa l’amato parroco Don Ottavio Sega per aver ospitato e concelebrato la funzione eucaristica presieduta da Don Adriano Gennari, stimato sacerdote cottolenghino di cui sono volontario e cui mi lega, così come anche a Don Tino Decca, Arciprete di Castenedolo, nel bresciano, presenti anche lui alla Santa Messa, un profondo rapporto di riconoscenza e obbedienza spirituale.

Grazie di cuore agli amici fraterni della Comunità di Preghiera ‘Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione’ per l’organizzazione della Santa Messa. Grazie di cuore anche a Giorgio Moraglio, Angela Giulia Alessio, Renato Leotardi, Giuseppe Maggiorino Paola Alessio, Maria Teresa Siccardi, Luisa Nebiolo, Mauro Allegranza, Enzo Masoero, Luigi Ferrando alias la squadra di formidabili e capaci professionisti in capo al Comune di Montiglio.

Ringrazio i Sindaci Antonio Rago di Castelnuovo Don Bosco, Angelo Marengo di Castell’Alfero, Giuseppe Marchese di Aramengo, Maurizio Rasero di Asti, Sara Rabellino di Piea, Paolo Lanfranco di Valfenera, e Claudio Gavosto di Robella. Grazie di cuore anche al Vice Sindaco di Moncalvo, il simpaticissimo e giovane Andrea Giroldo, al Presidente della Provincia di Asti Paolo Lanfranco e al Presidente ANCI Piemonte, ora Consigliere Regionale e già Sindaco di Cossano Alberto Avetta.

Grazie anche alla Signora Lago, consorte dell’indimenticato Angelo Lago, che con Alfonso Pescarmona e Francesco Mattioli fondarono nel 1998 – quali tre sindaci illuminati e pionieristici – il nuovo Comune di Montiglio Monferrato. Ringrazio la Famiglia Nicola – Annarosa, Gianluigi, Gianna e Nicola ‘Nick’, e il loro valente artista-pittore-restauratore Ilir – della storica e pluristimata a livello internazionale ‘Nicola Restauri Srl’ per la preziosa collaborazione prestata in nome e a imperitura memoria dell’amato e indimenticato Guido Nicola, il piccolo, grande uomo di Aramengo.

Grazie anche all’ottimo Architetto e designer Maurizio Chiocchetti, e ai fraterni amici Armando e Pasquale, Contitolari della ‘Pontificia Fonderia Marinelli’ per le opere meravigliose che ogni volta partoriscono nell’antro magico della loro immortale e pregiata azienda molisana. Al valente e generoso imprenditore turistico Paolo Garrone dell’Holiday Resort Piccola Fonte di Cantoira, nelle Valli di Lanzo, un grazie speciale di cuore per l’aiuto prezioso. Idem alla ‘Marco Gorreri Giardini’ di Vercelli, green designer raffinati e apprezzati in tutta Italia e anche all’estero per la cura e il riallestimento artistico delle aree verdi.

Grazie di cuore anche al regista Roberto Gasparro per il grande amore riservato a Montiglio Monferrato, a Piercarlo Negro, già sindaco di Montiglio e ora Presidente della Pro Loco, alla Pro Loco tutta, al ‘Luciano Bertolotti Quartet, al duo GriotFolà del Maestro Marco Di Cianni e Marzia Grassi. Grazie infinite a tutti i cittadini di Montiglio Monferrato per la calorosa e straordinaria accoglienza, e alle care Daniela ed Emanuela della Pizzeria-Ristorante ‘L’Munfrà’ per l’amicizia e i gustosissimi manicaretti”.