Sociale: il 5×1000 diventa opportunità per il territorio

La Legge finanziaria del 2006 ha introdotto per la prima volta, a titolo sperimentale, la possibilità per il contrlbuente di devolvere il 5 per mille della propria imposta sul reddito a soggetti senza scopo di lucro, che operano in settori di riconosciuto interesse pubblico, per finalità di utilità sociale.

Questa possibilità è stata confermata dalle successive leggi finanziarie e di bilancio, è quindi necessario sensibilizzare la cittadinanza che c’è questa opportunità per dare un aiuto al territorio ed è stata illustrata dal Comune di Asti e dal Csvaa alle associazioni del territorio per sensibilizzare a questa grande opportunità.

Ad oggi, al momento della dichiarazione dei redditi, i cittadini-contribuenti possono, senza alcun onere aggiuntivo, devolvere la propria quota dell’IRPEF a Enti “del volontariato”, Enti della ricerca scientitica e dell’ Universita, Enti della ricerca sanitaria, Associazioni sportive dilettantistiche e Comuni, speciticatamente per le attività sociali.

II 5 per mille rappresenta dunque una risorsa importante, con cui il cittadino può sostenere le attività socialmente utili del territorio.

Ad Asti sono più di 90 gli enti di volontariato e società sportive accreditate per ricevere questo importante contributo ma le persone non lo sanno, o almeno, in pochi ne sono consapevoli.

“I caf ci hanno fatto capire che la gente usa poco questo sistema, l’interesse del comune è che possano arrivare più risorse sul territorio senza mettersi in concorrenza con le associazioni, ma per investire sul territorio stesso. Ogni cittadino deve essere consapevole che c’e questa opportunità e che deve destinare il 5×1000.” – sottolinea l’Assessore Mariangela Cotto.

“A noi interessa sensibilizzare l’importanza che queste risorse rimangano qui, indipendentemente che sia il comune il beneficiario o siano direttamente le associazioni” – fa eco il Sindaco Maurizio Rasero.

Una nuova opportunità per sostenere lo sport laddove non riesce l’amministrazione” – è anche l’opinione di Mario Bovino, assessore allo Sport.

È molto semplice donare il 5×1000, per il contribuente è fondamentale solo sapere il codice fiscale dell’ente destinatario. Anche chi non fa la dichiarazione può donare il 5×1000, rivolgendosi ad un Caf e comunicando l’ente prescelto.

In provincia di Asti sono 228 gli enti che sono accreditati per ricevere il 5×1000, tutto l’elenco si può consultare sul sito dell’Agenzia delle Entrate.