Quantcast

Ricordi e iniziative per il 25° anniversario della scomparsa dell’On. Giovanni Goria

Il 2019 è un anno importante per la Fondazione. Ricorrono infatti i 25 anni della morte di Giovanni Goria e i 15 anni della costituzione della Fondazione ad egli dedicata. A queste due ricorrenze si aggiungeranno, a giugno prossimo, i 30 anni dell’elezione di Goria al Parlamento europeo.
Per quanto concerne i 25 anni dalla scomparsa di Giovanni Goria, la Fondazione ha ottenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico, l’emissione del francobollo celebrativo previsto per il secondo semestre 2019.

Per l’anno in corso i francobolli celebrativi concessi saranno due in tutto: uno dedicato all’On. Goria e uno dedicato a De Nicola nel 60° anno della sua scomparsa.

Il riconoscimento ai 15 anni di attività della Fondazione Goria giunge da un istituto culturale di notevole prestigio nel panorama torinese. Il Polo del ‘900 ha comunicato l’ingresso della Fondazione tra gli istituti culturali partner esterni. Questo a seguito dell’impegno nei progetti realizzati dalla Fondazione in collaborazione con il Polo del ‘900 negli ultimi due anni.

Nel 2019 inoltre il Bando Talenti della Società Civile giungerà al suo decimo anno di attività. Sono stati oltre 600 i borsisti che hanno beneficiato delle borse di ricerca finanziate da FCRT, per questo motivo si ritiene importante creare un network dei talenti, per favorire la conoscenza reciproca nell’idea di una reciproca e proficua collaborazione tra di loro. Si realizzerà a ottobre 2019, la “Festa dei talenti” una giornata dedicata a laboratori e incontri con relatori di rilievo sul panorama nazionale. Il programma delle attività e il panel dei relatori sono in via di definizione.

APPROVATO IL BILANCIO 2018

Il Consiglio di Amministrazione ha approvato il bilancio 2018 della Fondazione Goria con apprezzamento unanime per i risultati conseguiti.
Gli istituti culturali come la Fondazione Goria non hanno, sinora, dovuto rispettare alcun obbligo di legge specifico relativo alle modalità di formazione del bilancio con la conseguente ampia discrezionalità nella scelta dei criteri da adottare nella redazione del bilancio.

Ciò nonostante anche questo 14° bilancio, come i 13 precedenti, sono stati redatti nel pieno rispetto dell’esigenza ed opportunità di fornire un’informazione trasparente e corretta sulla situazione patrimoniale, finanziaria ed economica della Fondazione tenendo conto, accogliendole in larga parte i principi e le impostazioni, delle indicazioni contenute nel Principio contabili per gli enti No profit raccomandati dal Consiglio Nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili, principi in larga parte oggi imposti dalla nuova “Riforma del Terzo Settore”. Il conto economico evidenzia che nell’esercizio le risorse della Fondazione sono state utilizzate principalmente per la realizzazione dei progetti specifici della Fondazione (634.992 € su un totale oneri di euro 702.328 €). Nello stato patrimoniale le “attività” ammontano a c.ca 1.025.451€, mentre nelle passività sono evidenziate tra i risconti passivi le risorse impegnate per i progetti futuri della Fondazione, per un importo di circa 776.949 €, dei quali circa 569.188 € impegnati per il finanziamento del Bando dei Talenti della Società Civile.

Nel 2018 l’attività della Fondazione Giovanni Goria è stata sostenuta da: MIBACT, Ministero per i beni e le attività culturali, Regione Piemonte, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT Cassa di Risparmio di Torino, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato e da circa 50 soggetti pubblici e privati piemontesi e valdostani che hanno cofinanziato le borse di studio del Bando Talenti della Società Civile.

PROSSIME INIZIATIVE:
Un doppio appuntamento con il progetto ideato dalla Fondazione Goria Numerozero- che coinvolge un gruppo di giovani progettisti culturali. 10 ragazzi tra i 15 e i 18 anni che da ottobre 2018 frequentano con la nostra Fondazione il percorso di progettazione culturale condivisa che li vede protagonisti diretti dalle prime fasi di ideazione fino alla realizzazione. Sostenuto dalla Compagnia di San Paolo.
Dopo il primo evento realizzato al Polo del ‘900 di Torino, i ragazzi collaboreranno a:

VENERDI 24 MAGGIO ore 17.30 Teatro Alfieri
Collaborazione all’evento realizzato dall’Associazione Lina Borgo al Teatro Alfieri
Con lo spettacolo “Ramo d’Olivo” si ricorda il metodo della Maestra Lina Guenna Borgo, con uno spettacolo realizzato dai bambini della Scuola dell’Infanzia Lina Borgo e curato da Fabio Fassio.

VENERDI’ 24 MAGGIO ORE 21 presso L’Archivio di Stato di Asti
Collaborazione con L’Archivio di Stato di Asti, Coordinamento provinciale di Libera e il centro di documentazione Archivio Flamigni
“Musica, Storie e documenti Archivi e democrazia per non dimenticare le vittime di mafia”
Nel 27° anniversario dell’assassinio di Giovanni Falcone una serata in cui si alterneranno differenti linguaggi per una serata musicale incentrata sul tema della lotta alla mafia.

Cultura