Quantcast

Raccolta firme contro la regionalizzazione del sistema di istruzione ad Asti e provincia

Mentre è stato sospeso, a livello nazionale, lo sciopero del comparto scuola previsto per il 17 maggio, proseguono le attività, a livello regionale e provinciale, volte a contrastare i progetti di regionalizzazione del sistema di istruzione.

“Come è noto, le Regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto hanno, tra l’altro, chiesto al Governo ulteriori forme e particolari condizioni di autonomia in materia di istruzione e formazione. L’obiettivo è quello di regionalizzare la scuola e l’intero sistema formativo tramite una vera e propria “secessione” delle Regioni più ricche, che porterà a un sistema scolastico con investimenti e qualità legati alla ricchezza del territorio” spiegano le segretarie provinciali Monica Boero, Chiara Cerrato, Luciana Moiso ed Assunta Barone.

Per questo motivo FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA RUA, SNALS SCUOLA CONFSAL il 10 maggio dalle 15 alle 18 saranno sotto i Portici Anfossi, in piazza Alfieri ad Asti, per raccogliere firme del personale della scuola ma anche di tutti i privati cittadini che intendono sostenere l’iniziativa.

Lo slogan scelto è “Siamo alla frutta” e saranno distribuite gratuitamente confezioni di macedonia fresca, preparata e gentilmente offerta dall’Irish Pub Jack Madden di Asti.

Il banchetto sarà riproposto il 13 maggio, dalle 8 alle 10, al mercato di San Damiano d’Asti, in via Roma, ed il 14 maggio, stesso orario, al mercato di Canelli in piazza Gancia.

Nel frattempo, in occasione della manifestazione del Primo Maggio, sono state raccolte già molte firme.