Quantcast

Olindo Cervella: “Come votare per le amministrative ed ecco chi voterò alle Regionali”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Olindo Cervella.

“In questi giorni di pressante battage elettorale, vorremmo innanzitutto lanciare un appello ad andare a votare.

Negli ultimi anni c’è stato un crescente astensionismo, la gente si è sentita lontana dalla politica, come se non la riguardasse. Ma la politica riguarda tutti noi, perché da essa dipendono le linee amministrative di una città, le opportunità, le agevolazioni, le tasse, i provvedimenti a tutela della natura, che è la nostra casa comune.

Votare è un atto di libertà, che ci permette di esprimere le nostre preferenze e scegliere chi ci rappresenterà in Comune, in Regione, in Europa.

Sulla scheda comunale, di colore azzurro, occorre tracciare un segno sul candidato sindaco prescelto. Si possono poi indicare fino a due preferenze per i consiglieri, tracciando una croce sul simbolo di una lista, scrivendo, a fianco, i cognomi di due candidati consiglieri appartenenti alla stessa lista e di sesso diverso, altrimenti la seconda preferenza verrà annullata.

“La coalizione di centrosinistra ha deciso di candidare sindaco Olindo Cervella perché è persona perbene, di sani principi”, affermano i capolista di Alba attiva e solidale, Alba città per vivere, Impegno per Alba e Partito democratico, continuando: “La sua vita, le molte sfide professionali vinte, le aziende e gli enti che ha salvato dalla bancarotta, il fatto che abbia sempre ricoperto tali incarichi pubblici senza trattenere compensi, dimostrano che è un ottimo amministratore, capace di fare squadra e di prendere posizione anche in situazioni spinose”.

“Per la Regione (scheda verde) io voterò Sergio Chiamparino, che ha salvato la sanità regionale dal commissariamento e promuove una politica positiva di attenzione alle persone, ai valori, all’integrazione sociale e alla cultura”, dichiara Cervella, che prosegue affermando: “E voterò per il Consiglio regionale Maurizio Marello (Pd), che ha amministrato Alba per 10 anni, risanando tutti i debiti e realizzando opere pubbliche per oltre 60 milioni di euro. Con Marello in Alba non ci sono stati più conflitti di interesse, è stata aperta la scuola media della Moretta che la città attendeva da oltre 40 anni, il turismo ha avuto un’impennata e, grazie alla sua buona amministrazione, chi guiderà la città, a settembre, potrà appaltare lavori per quasi 10milioni di euro. Sono motivi più che validi per sostenere la sua candidatura al Consiglio regionale, dove certamente si impegnerà con altrettanto rigore morale e serietà”.