A Sessame Paolo Carlo Milano si presenta per il rinnovo del mandato

La tornata elettorale per il rinnovo delle amministrazioni comunali del prossimo 26 maggio tocca anche Sessame.

Il comune della Langa Astigiana è attualmente guidato da Paolo Carlo Milano, che si ripresenta, candidato unico nel suo paese, per altri cinque anni da primo cittadino.

Insieme a lui, si presentano Alessandro Ugo, Marco Malfatto, Giovanni Carena, Alessandro Bosco, Luciano Odorizzi, Francesca Polo, Francesco Ivaldi, Lorenzo Gamba, con le nuove entrate Franco Dessi e Davide Porta.

Amministrare un piccolo Comune oggi è molto difficile – commenta il sindaco uscente, nonchè candidato – la carenza di strutture, la burocrazia, le poche risorse a disposizione,dovendosi prendere anche delle responsabilità, a volte fanno scappare la voglia di dedicarsi alla cosa pubblica. Nonostante questo devo dire che il gruppo di Consiglieri con i quali ho condiviso i passati cinque anni e i funzionari comunali che ho trovato sono stati di grande aiuto nella realizzazione di molti progetti necessari per fare crescere il nostro paese.”

Per il rispetto di questi ragazzi e ragazze che molto hanno dato, per i suoi cittadini e per dimostrare che un piccolo Comune non è un peso per lo Stato ma una risorsa a cui non si può rinunciare, Milano ha deciso di ricandidarsi a Sindaco con quasi tutto il gruppo precedente al completo, con sole due new entry.

In questi cinque anni l’amministrazione ha realizzato diversi progetti, come il recupero di una piazza in degrado trasformandola in una mostra a cielo aperto con 15 sculture che rappresentano gli attrezzi utilizzati in agricoltura ad inizio secolo, in collaborazione con l’Istituto dell’arte di Acqui Terme, intitolata ai Caduti di Nassiriya, la dotazione di servizi igenici nel cimitero, che erano inesistenti, la messa in sicurezza con lavori strutturali importanti e asfaltatura e allargamento di diverse strade comunali, la costruzione di un nuovo parco giochi per i bambini.

E’ stato realizzato ex novo un campo da calcio con impianto di illuminazione, spogliatoi, servizi igenici e ludoteca, potenziata la rete fognaria del paese, messo in sicurezza gli argini di una parte del fiume Bormida, messo in sicurezza il centro abitato.

E poi ancora, da ricordare, il rifacimento dell’illuminazione pubblica con il passaggio dalle lampade ai vapori di sodio ai led con notevole risparmio energetico, la creazione di una mostra permanente sui Carabinieri in missione all’estero, e la manifestazione di chiusura mandato con un concerto di tre fanfare militari la fanfara dei Bersaglieri “Lavezzole” di Asti, la fanfara Tenentina degli alpini e la Fanfara del 3° Reggimento Carabinieri di Milano.

“Per i prossimi cinque anni – ci spiega il sindaco – oltre a finire alcuni progetti iniziati, la nostra attenzione è su politiche rivolte alle famiglie iniziando a creare dei centri estivi per ragazzi per invogliarli a rimanere in paese, cercare risorse per abbellire il centro storico per invogliare eventuali acquirenti a stabilirsi in paese, politiche rivolte al territorio come la pulizia dei boschi e ritrovare la cultura del legno, predisporre  eventuali percorsi naturalistici, e, in collaborazione con le Aziende locali, avere prodotti di eccellenza. Faremo tutto quello che è nelle nostre possibilità per fare crescere il nostro paese.”