A Santo Stefano Belbo un convegno dedicato al risparmio di acqua in cantina

Più informazioni su

Venerdì 17 maggio alla chiesa dei santi Giacomo e Cristoforo di Santo Stefano Belbo, si svolgerà il convegno “Risparmiare acqua in cantina” a beneficio dell’ambiente e del territorio, organizzato da Wine & Art Communication e dai Comuni di Santo Stefano Belbo e Rocchetta Belbo, insieme a diversi enti patrocinatori.

Il programma della giornata, che avrà inizio alle 9 con la registrazione dei partecipanti, prevede, dopo il saluto dei sindaci di Santo Stefano Belbo, Luigi Genesio Icardi, e di Rocchetta Belbo, Valter Sandri, una serie di interventi da parte di tecnici dei diversi settori, moderati dall’arch. Luca Colombatto.

In particolare, l’ing. Sergio Sordo parlerà della Capacità di diluizione dell’asta del Belbo nelle varie stagionalità; il perito agronomo Sebastiano Speziali spiegherà la Criticità idrica nelle aziende vitivinicole: strategie di risparmio e tutela ambientale; il perito chimico Luca Mancini parlerà di Gestione e trattamento delle acque di processo per gli stabilimenti enologici; il dott. commercialista Valter Sandri illustrerà gli Strumenti di finanziamento pubblico; il dott. Piero Maimone tratterà della Captazione delle acque sotterranee: aspetti igienico sanitari e riferimenti normativi.; infine, legata ad una degustazione di vini ottenuti dal vitigno Dolcetto in abbinamento a prodotti tipici piemontesi, l’agrotecnico Adelino Icardi parlerà di Dolcetto: un vitigno autoctono alla base di importanti denominazioni piemontesi da riscoprire e valorizzare.

Spiegano gli organizzatori: “Alcune risorse naturali alla cui conservazione in passato non si prestava particolare attenzione, cominciano a scarseggiare, complici o conseguenza di tali comportamenti, anche i cambiamenti climatici. L’acqua, come il suolo, l’energia, la biodiversità, è una di queste. In un’azienda vitivinicola, limitandosi alla fase di trasformazione, senza calcolare quindi l’uso irriguo, quando consentito, e la distribuzione dei prodotti fitosanitari, i volumi di acqua utilizzati nelle operazioni di lavaggio e sanitizzazione nelle diverse fasi di produzione possono variare molto. Questo ci obbliga a cercare nuove strategie di risparmio idrico negli stabilimenti enologici”.

Responsabile del progetto formativo è l’arch. Luca Colombatto, professore al Politecnico di Torino. Al termine del convegno sarà rilasciato l’attestato di partecipazione secondo l’Accreditamento Regionale alla Formazione n. 1351/001. L’evento è valido ai fini dell’aggiornamento professionale continuo di: Agrotecnici ed Agrotecnici Laureati (2,5 CFP) e Periti Agrari e Periti Agrari Laureati (2,5 CFP).

La partecipazione all’evento è gratuita, ma è necessario dare conferma entro le 14 di giovedì 16 maggio scrivendo a: info@wineart.life.

 

Più informazioni su