Quantcast

Sono 48 i comuni turistici astigiani per il 2019: sarà possibile applicare la tassa di soggiorno

E’ stato recentemente approvato dalla Giunta Regionale del Piemonte l’elenco dei “Comuni Turistici del Piemonte per l’anno 2019”, di cui l’Ufficio Turismo della Provincia di Asti ha seguito la fase istruttoria.

I comuni che, sulla base di paramentri e procedure indicate dalla Regione Piemonte, vengono definiti a vocazione, attrattività e potenzialità turistiche, in tutto il territorio regionale sono 426.

Ad Asti ne sono stati riconosciuti 48: Agliano Terme, Asti, Baldichieri d’Asti, Belveglio, Calamandrana, Calliano, Calosso, Canelli, Capriglio, Castagnole delle Lanze, Castagnole Monferrato, Castell’Alfero, Castelnuovo Belbo, Castelnuovo Calcea, Castelnuovo Don Bosco, Castel Rocchero, Cellarengo, Cisterna d’Asti, Cocconato, Costigliole d’Asti, Ferrere, Grazzano Badoglio, Isola d’Asti, Maranzana, Mombaldone, Mombaruzzo, Monastero Bormida, Moncalvo, Montabone, Montechiaro d’Asti, Montegrosso d’Asti, Montiglio Monferrato, Nizza Monferrato, Olmo Gentile, Portacomaro, Roccaverano, Rocchetta Tanaro, San Damiano d’Asti, San Giorgio Scarampi, San Martino Alfieri, San Marzano Oliveto, Serole, Settime, Tigliole, Vaglio Serra, Valfenera, Vigliano d’Asti, Villafranca d’Asti.

I comuni turistici nelle altre province sono 14 per Alessandria, 28 per Biella, 119 per Cuneo, 40 per Novara, 119 per Torino, 32 per Verbano Cusio Ossola e 26 per Vercelli.

Tale riconoscimento consente ai comuni stessi di applicare l’eventuale tassa di soggiorno, un’imposta di carattere locale applicata a carico delle persone che alloggiano nelle strutture ricettive di territori classificati come località turistica o città d’arte.