Con il Calicanto premiate le scuole e aziende astigiane virtuose nelle pratiche di pari opportunità fotogallery

Si è conclusa la prima edizione del Premio Calicanto, un concorso rivolto a scuole ed aziende per mettere in luce le buone pratiche di pari opportunità messe in atto nell’astigiano.

In una gremita aula magna di Astiss, alla presenza di tantissimi studenti e autorità, a partire dal presidente della Provincia di Asti, Marco Gabusi, e il padrone di casa Mario Sacco, insieme ai componenti delle giurie, sono state premiate quelle realtà che, nell’astigiano, stanno lavorando seguendo progetti che tutelino i diritti dei lavoratori, in particolare sul tema delle pari opportunità di genere.

Premio Calicanto 2019

Nato da un’idea della Consigliera di Parità della provincia di Asti, Chiara Cerrato, e della giornalista Roberta Favrin, il primo premio Calicanto, dal nome ispirato al fiore simbolo di tenacia, ha riscosso molto interesse.

Ad essere premiate, nella mattinata di oggi, l’Enaip (I A), il liceo Monti (IV Scienze Umane, IV Economico sociale, IV Linguistico), l’istituto Quintino Sella (3A, 3B, 4A, 4B, 5A, 5B); inoltre, una menzione speciale è stata assegnata alla scuola media Jona (classi terze, sezioni BCDF). Le scuole hanno ricevuto un contributo in denaro offerto dai club di servizio Inner Club, Soroptimist Club, Zonta Club di Asti e Lions Club Moncalvo Aleramica.

Per la parte aziendale, sono state premiate la FISAC Cgil, FISASCAT Cisl, EBTurismo, EBTerziario, Asl di Asti, Gaia e, con menzione speciale, il Mollificio Astigiano, presente con titolari e dipendenti, la Bosca, con Polina Bosca e la capitana della squadra di Volley Bosca San Bernardo di Cuneo, e Astidental.

Le aziende, come premio, potranno partecipare, il prossimo 17 aprile, al workshop “Elevare la qualità ed efficacia della comunicazione in ambito professionale e lavorativo”  a cura di Massimo Arattano, primo ricercatore al CNR di Torino e di Albertina Gatti responsabile del Team multidisciplinare di ricerca SaperCapire.

Premi speciali sono stati dati a Maria Teresa Montanaro, Renata Sorba ed Elena Canale per il loro impegno di sensibilizzazione per le pari opportunità non solo di genere ma anche per il mondo della disabilità.

Infine, sono state insignite del diploma di “Ambasciatrici del Calicanto” la ricercatrice Elena Pinetti e la giornalista Mimma Caligaris, Consigliera di Parità della Federazione Nazionale della Stampa.

La prima edizione del Premio è stata promossa dalla Consigliera di Parità Chiara Cerrato e dalla Rete permanente di Parità, con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Polo Universitario Astiss, Camera di Commercio. Hanno concesso il patrocinio: il Ministero del Lavoro, la Regione Piemonte, la Commissione Regionale Pari Opportunità, l’INPS Direzione Regionale, l’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte – Ambito Territoriale di Asti, la Provincia e il Comune di Asti.

Sociale

Ricordiamo che la giuria della sezione scuola, presieduta da Francesco Scalfari (Polo ASTISS), ha visto la partecipazione di Mario Vespa (Provincia), Elisa Pietragalla (Comune), Martina Gado (Ufficio Scolastico), Donatella Testa (Inner Wheel) Teresa Vallana (Zonta Club) Giovanna Cristina Gado (Soroptimist), Marisa Garino (Lions Aleramica), Chiara Cerrato (Consigliera di Parità).

Per la sezione lavoro, il Presidente è stato Mario Sacco (Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e Polo ASTISS), insieme a Marco Gabusi (Provincia), Giuseppe Francese (Comune di Asti), Salvatore Bullara (INPS), Laura Pettiti Laura e Gianpiero Colore (ITL), Elena Elisa Binello (APL–CpI), Roberta Panzeri (Camera di Commercio di Asti), Chiara Cerrato (Consigliera di Parità) e Roberta Favrin (Premio Calicanto) .