Quantcast

Alba: l’Amministrazione comunale incontrerà gli studenti vincitori di competizioni nazionali

Più informazioni su

Sabato 13 aprile alle 9 nella sala Consiglio “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale di Alba, il sindaco Maurizio Marello insieme al vice sindaco e assessora all’Istruzione Elena Di Liddo e con l’assessora alle Politiche giovanili Anna Chiara Cavallotto incontrerà gli studenti albesi recentemente vincitori in concorsi nazionali.

Saranno accolte in Municipio, tredici studentesse flautiste della prima e seconda media “Sandro Pertini” di Alba vincitrici del primo e secondo premio, in due categorie del concorso nazionale “A tutto flauto” organizzato dall’Accademia Giuseppe Verdi di Venezia. Le studentesse sono state preparate al concorso dalla professoressa Mariacarla Cantamessa e accompagnate al piano dal professor Giancarlo Cocozza.

Tre studenti della classe quinta del Liceo Scientifico “Leonardo Cocito”, Samuele Marro, Alberto Ricatto e Mattia Scagliola vincitori del premio “I giovani e le scienze” bandito dalla Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche di Milano per aver progettato il drone Pax. Un drone completamente autonomo in grado di rilevare spazzatura abbandonata e discariche illegali. Grazie a un algoritmo ispirato al funzionamento del cervello umano, Pax riconosce se nel campo visivo del cellulare (fissato sul quadricottero in un apposito scompartimento) sono presenti o meno dei rifiuti. Fatto ciò, invia una segnalazione al centro di controllo con foto della spazzatura rilevata e coordinate Gps, fornendo agli uffici competenti le informazioni per l’intervento.

Il progetto è stato possibile grazie al supporto delle professoresse Nadia Sibona e Marina Orazietti.

All’interno del Liceo Scientifico “Leonardo Cocito”, le studentesse Alice Olmo e Irene Saracco seguite dalla professoressa Claudia Abrigo hanno vinto la selezione regionale delle Olimpiadi delle Neuroscienze che rappresentano la selezione italiana della International Brain Bee (IBB), una competizione internazionale che mette alla prova studenti delle scuole medie superiori, di età compresa fra i 13 e i 19 anni, sul grado di conoscenza nel campo delle neuroscienze.

La nona edizione delle Olimpiadi delle Neuroscienze 2019 è stata organizzata dall’Istituto di Neuroscienze del CNR e dal NICO Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi e dal Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Torino.

La fase regionale si è svolta il 16 marzo 2019 nel Dipartimento di Anatomia dell’Università di Torino.

La competizione ha coinvolto 110 ragazzi di vari Istituti Superiori del Piemonte. A termine della compilazione di un cruciverba, gioco di squadra e di quesiti individuali sono stati selezionati 3 studenti per l’acceso alla fase nazionale. Tra loro, anche le due studentesse del Liceo Cocito, Alice Olmo e Irene Saracco. Altri tre studenti dello stesso Liceo albese si sono qualificati tra i primi 10.

La fase nazionale si svolgerà a Pisa il 3 ed il 4 maggio e selezionerà il vincitore tra i 3 migliori studenti di ogni competizione regionale.

Il vincitore riceve una borsa di studio per rappresentare l’Italia alla competizione internazionale in programma a Daegu (Corea del Sud) nell’ambito del 10th Ibro World Congress of Neuroscience (21-25 settembre 2019).

Più informazioni su