Quantcast

Con “Monumentale dimenticanza” sei donne speciali ricordate in centro di Asti

Nell’ambito delle iniziative della Festa della Donna, si è svolta oggi, sabato 9 marzo, dalla Casa di Vittorio Alfieri fino in piazza San Secondo lo spettacolo “Monumentale Dimenticanza” curato dal gruppo teatrale autogestito “Le Rose di Melpomene”, in collaborazione con il Centro studi Pensiero Femminile di Torino, evento promosso dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Asti insieme al Tavolo di lavoro della Commissione Pari Opportunità.

Sei donne che si sono distinte in campo scientifico, artistico ed educativo, astigiane e non, sono state interpretate dalla compagnia Le Rose di Melpomene: Rita Levi Montalcini neurologa, accademica e senatrice a vita, cittadina onoraria di Asti, premio Nobel per la medicina, Lina Borgo Guenna pedagogista,​ Francesca Baggio insegnante e attivista per l’emancipazione femminile,​ Maddalena Orsola e Anna Francesca Guglielma Caccia pittrici,​ Enrica Jona insegnante, deportata ad Auschwitz e Rita Montagnana costituente e promotrice del simbolo della mimosa per l’otto marzo.

L’allestimento teatrale si è avvalso della collaborazione delle Scuole Tecniche San Carlo di Asti.