Quantcast

Meno tre alla “Asti in Rosa”: è caccia alle ultime maglie

Mancano ormai solo tre giorni alla quinta edizione di “Asti in Rosa”, iniziativa di movimento e benessere, ideato da Lavinia Saracco, a sostegno della LILT di Asti.

La novità dell’evento in notturna, nella serata di venerdì 8 marzo e non più di domenica mattina lanciata da Chiara Cerrato,  è piaciuta molto visto la grande adesione che si è avuta sinora, al punto da costringere gli organizzatori ad un nuovo ordine di maglie.

L’invito per chi non si fosse ancora iscritto è di farlo subito, telefonando alla Lilt al numero 0141/595196 per garantirsi le ultime magliette disponibili.

Sarà comunque possibile iscriversi la sera stessa, presso lo Stadio Comunale, a partire dalla 19 sino alla partenza, ma non si garantisce la disponibilità della maglia.

Il costo dell’iscrizione è di 10 euro, il ricavato sarà devoluto alla LILT.

Le magliette rosa fluorescenti, prodotte dalla ditta Errea con tessuti e colori assolutamente privi di sostanze nocive alla salute, saranno impreziosite dal logo Asti in Rosa 5 di colore bianco sulla parte anteriore ed i loghi istituzionali sulla parte posteriore. Tutti saranno dotati anche di un led, per una maggiore visibilità durante la camminata.

La camminata non sarà assolutamente competitiva ma si svilupperà attraverso un itinerario, facilmente percorribile, per godere della bellezza di tre parchi cittadini: il Bramante, il Barolo e il Bosco dei Partigiani.

Asti in rosa 5 con ritrovo alle ore 19,15, prenderà il via alle ore 20,00 dallo Stadio Comunale Censin Bosia, all’arrivo dei partecipanti, danze e coreografie create per l’occasione dalle Istituzioni Scolastiche, GSH Pegaso e Società sportive astigiane allieteranno i presenti a suon di musica. In attesa del via, è previsto il riscaldamento muscolare con Susanna Ponzone, presidente dell’Aics Asti, referente Aics per le Pari Opportunità ed istruttrice di Biodanza.

Saranno consegnati alcuni premi al rione o borgo più numeroso, alla scuola o società sportiva o gruppo con il numero maggiore di iscritti alla camminata, all’iscritto più anziano ed al più giovane pedone. Verrà attribuito qualche piccolo dono omaggiato da esercizi commerciali del territorio, e distribuita la mimosa al pubblico femminile aderente all’iniziativa.

All’atto dell’iscrizione verrà consegnata un’originale T-shirt che dovrà essere rigorosamente indossata, e visibile, per effettuare il percorso.

In caso di maltempo la camminata verrà rinviata in data successiva condivisa e definita dagli organizzatori.

I volontari LILT-UTEA e volontari di altre associazioni, garantiranno assistenza ed ordine pubblico, la polizia Municipale accompagnerà sul percorso la carovana dei partecipanti.

Si produrrà, per l’occasione, un DVD, elaborato da giovani studenti di Asti, che rimarrà a testimonianza di questo festoso evento.