Saldi invernali: il vademecum per evitare brutte sorprese

Più informazioni su

E’ tempo di saldi invernali ed i consumatori sono pronti a ricercare l’affare di fine stagione.

Ad Asti i saldi prenderanno il via sabato 5 gennaio e si chiuderanno il 2 marzo 2019.

Ma a cosa bisogna prestare attenzione per evitare di essere raggirati?

Ecco il vademecum della Casa del Consumatore Piemonte per non incappare in brutte sorprese.

– Confronta il cartellino del prezzo vecchio con quello ribassato.

– Controlla che i capi siano in buone condizioni e non presentino difetti.

– Prova sempre i vestiti e chiedi al negoziante se potrai cambiare il capo acquistato ed entro quanto tempo.

– Evita di acquistare capi di abbigliamento che non abbiano le due etichette (quella di manutenzione e quella di composizione).

– La merce in saldo dev’essere quella stagionale. La legge prevede che i saldi non riguardino tutti i prodotti ma quelli considerati di “moda” cioè quelli che si deprezzano se non venduti durante la stagione.

– I prezzi esposti vincolano il negoziante e pertanto non potranno mai essere modificati alla cassa.

– La garanzia vale per due anni dall’acquisto e va fatta valere entro sessanta giorni dal momento in cui si scopre il difetto. Conserva lo scontrino.

– I negozianti convenzionati con una carta di credito sono sempre tenuti ad accettarla e non possono aumentare i prezzi per utilizzo della moneta elettronica.

– La merce venduta in saldo deve sempre essere esposta separatamente da quella non scontata.

– Ogni eventuale trasgressione potrà essere segnalata alla Polizia Municipale.

Più informazioni su