Asl Asti capofila per la Distribuzione per Conto da parte delle farmacie piemontesi

Più informazioni su

Dal 2009 la giunta regionale ha avviato la Distribuzione per Conto da parte delle farmacie piemontesi individuando l’ASL AT Azienda capofila per la concreta applicazione.

La Distribuzione per Conto (DPC) è una forma di “distribuzione diretta” alternativa a quella che avviene tramite Aziende Sanitarie: si basa sull’acquisto centralizzato, da parte dell’ASL capofila direttamente dalle aziende produttrici, dei medicinali che vengono successivamente distribuiti tramite le farmacie di comunità.

“È questo il modo per porre al centro del sistema il paziente con le sue necessità attraverso la capillarità delle farmacie di comunità e l’ampiezza del loro orario di apertura. Nel contempo si favorisce il governo e la razionalizzazione della spesa farmaceutica grazie a migliorative condizioni di acquisto a prezzo di gara d’appalto. Oltretutto, il modello organizzativo della Regione Piemonte, incentrato su di un’unica ASL capofila, permette di risparmiare sulla logistica e sulle scorte” spiega la dottoressa Paola Mero, responsabile della Struttura Semplice Distribuzione Per Conto.

Dal 2010 la SC Assistenza Farmaceutica Territoriale di Asti si occupa della gestione diretta degli acquisti di farmaci erogati in DPC e della pianificazione logistica. La distribuzione alle farmacie di comunità avviene per il tramite di due magazzini capofila, Unifarma di Alessandria e Unico di Rivoli, che coordinano i magazzini della raggiera.
Attualmente sono gestiti in DPC 524 medicinali, che fanno parte del Prontuario Ospedale-Territorio nazionale (PHT).

Nel 2017 sono state erogate in DPC 3.085.937 confezioni di farmaci, per un valore di 108.216.008 euro.
Molteplici sono state le migliorie apportate nei nove anni di efficacia dell’accordo, tra le più significative la gestione dell’acquisto centralizzato dei presidi per automonitoraggio della glicemia e, a partire dalla campagna vaccinale 2016-2017, l’approvvigionamento delle dosi di vaccino antinfluenzale, distribuite ai Medici di Medicina generale e Pediatri di libera scelta dalle farmacie pubbliche e private, e la fornitura alle aziende del Servizio Sanitario regionale.

Recentemente, inoltre, la Regione Piemonte ha affidato all’ASL AT la gestione dell’acquisto centralizzato e della distribuzione dei presidi per assorbenza, che prenderà avvio nei prossimi mesi.

In conclusione, la modalità distributiva DPC consente un’efficiente gestione dell’approvvigionamento dei farmaci ed una capillare distribuzione attraverso le farmacie convenzionate consentendo di raggiungere l’obiettivo finale: il raggiungimento di un equilibrio tra convenienza per il paziente e sostenibilità per il Servizio Sanitario Nazionale, riconoscendo e valorizzando il ruolo sanitario e sociale delle farmacie convenzionate.

Più informazioni su