Quantcast

“Riguarda anche me”: in Sala Pastrone tante scuole astigiane per lo spettacolo “Ti Affetto” fotogallery

Primo appuntamento questa mattina, lunedì 26 novembre, dei tre eventi organizzati ad Asti, dalla Consigliera di Parità della Provincia, Chiara Cerrato, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, racchiusi dal titolo “Riguarda anche Me”.

In Sala Pastrone è andato in scena in due turni lo spettacolo teatrale “Ti Affetto”, a cui hanno aderito diverse scuole: l’Istituto Monti, il Giobert, il Sella, il Liceo Classico, il Liceo Artistico e l’Artom.

Sono intervenuti nel corso della mattinata il presidente della Provincia Marco Gabusi, l’assessore del Comune di Asti Elisa Pietragalla, il Dirigente della Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Asti, Daniela Campasso, e, in rappresentanza del Provveditorato di Asti, Giuseppe Caccavale e Graziella Ventimiglia.

I  prossimi due eventi sono in programma domani, martedì 27 novembre, alle 16, con l’incontro con il giurista informatico Roberto Capra, dal tema ” Donne e violenza in rete. Come non rimanere intrappolate”, e venerdì 30 novembre, sempre alle 16, con la piscologa e psicoterapeuta Elisa Bertolotti, che terrà una conferenza dal tema “Lasciate un messaggio prima del segnale – riconoscere la violenza”.

I due incontri sono stati spostati presso la Sala Consigliare della Provincia di Asti perchè hanno avuto già tantissime adesioni, anche da parte di diverse classi dell’Istituto Gauss e della Scuola San Carlo.

Sono rivolti a tutti e trattano due temi molto delicati.

Quello del 27, con Roberto Capra, vuole portare a riflettere sui rischi del web: la rete non è una realtà virtuale, perchè le conseguenze di ciò che si fa in rete si vivono nella vita reale.

Con Elisa Bertolotti si tratterà il tema della difficoltà di riconoscere la violenza e di riuscire a leggere i “messaggi” che vengono mandati dalle vittime: non sempre le persone hanno il coraggio di denunciare la violenza subita, che può essere fisica, ma anche psicologica ed anche economica.

Di seguito la locandina delle iniziative (clicca sopra per ingrandirla).