Quantcast

Dopo l’incontro con i piccoli Comuni, dodici nuovi sportelli ATM di Poste Italiane nell’astigiano

Con l’incontro tra Poste Italiane a Roma e i Sindaci dei piccoli Comuni d’Italia si è aperto un dialogo per confrontarsi sulle esigenze specifiche del territorio ed attivare una serie di servizi dedicati alle realtà locali con meno di 5.000 abitanti.

Come già riportato, all’incontro, svolto alla presenza del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, del Ministro dell’Interno e Vice Presidente del Consiglio, Matteo Salvini, del Ministro per la Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno e del Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli e promosso in collaborazione con ANCI e UNCEM, hanno partecipato oltre 3000 Sindaci, di cui 42 dall’astigiano e più di 100 fra parlamentari e autorità, ai quali il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha fatto pervenire il suo messaggio di saluto.

Nel corso dell’incontro con i Sindaci d’Italia, l’AD di Poste Italiane Matteo Del Fante ha presentato 10 impegni per i piccoli Comuni: un programma di servizi dedicati basato sull’importanza strategica di mantenere aperti tutti gli Uffici Postali situati nei Comuni con meno di 5.000 abitanti.

Tra i servizi, è prevista l’apertura di postazioni ATM Postamat in Comuni in cui non ci sono. In provincia di Asti sono previste le attivazioni degli ATM in dodici Paesi: Capriglio, Castellero, Chiusano d’Asti, Coazzolo, Cortandone, Maretto, Moransengo, Olmo Gentile, Roatto, San Giorgio Scarampi, Soglio e Tonengo.