Stati Generali del Turismo per il Piemonte: conclusa l’ultima tappa, dedicata a Langhe e Roero

Si è conclusa oggi al castello di Grinzane Cavour l’ottava e ultima tappa degli Stati Generali del Turismo per il Piemonte: un focus sul territorio dell’Atl di Langhe e Roero, che ha visto la partecipazione di oltre 60 tra operatori ed enti del territorio.
Un percorso partecipato, per coinvolgere attori pubblici e privati con l’obiettivo di delineare lo stato dell’arte del turismo in Piemonte e di mettere a punto un Piano strategico regionale del turismo, che verrà presentato nei prossimi mesi.

Un’area dalla forte vocazione turistica e con una significativa tradizione dell’ospitalità, quello analizzato in questi due giorni, per il quale enti e operatori hanno individuato una naturale vocazione al turismo enogastronomico, ma che guarda oltre, per sviluppare nuovi segmenti, per arricchire e approfondire l’offerta del territorio: dall’outdoor, al turismo per famiglie, al segmento del lusso.

Gli elementi discussi ai tavoli di lavoro hanno spaziato anche dai mercati di riferimento agli investimenti e si sono focalizzati su alcuni temi, dal turismo sostenibile alla formazione. Tra gli obiettivi individuati dai partecipanti, in particolare:
⁃ valorizzare i punti forza del territorio, in primis l’enogastronomia, ma anche i borghi storici, la proposta outdoor, e la vicinanza al mare, come rilevato dagli stessi visitatori, in particolare stranieri
⁃ ampliare la gamma di prodotti turistici presenti sul territorio, per intercettare e sviluppare nuovi target e per destagionalizzare il settore, con particolare attenzione alle potenzialità dell’outdoor, del segmento delle famiglie e del turismo di lusso
⁃ valorizzare le piccole destinazioni autentiche, lavorando però per limitarne le criticità (accesso alla rete Internet, frammentazione dell’offerta, orario di apertura dei luoghi culturali)
⁃ sviluppare una narrazione efficace del territorio e dei suoi prodotti, per farne percepire l’autenticità e il valore di esperienza per il turista, ad esempio in relazione al riconoscimento UNESCO ai paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato
⁃ migliorare la mobilità, anche interna ai territori con un’attenzione particolare alla logistica
⁃ sviluppare piani di formazione specifica, anche individuale, dedicata agli operatori che intendano specializzarsi in segmenti turistici specialistici

“Quest’ultimo appuntamento ha confermato alcuni dei temi che hanno rilevanza a livello regionale, e che faranno parte del Piano strategico: la mobilità e la richiesta di potenziare la rete di trasporti e di collegamenti, la formazione per gli operatori a tutti i livelli, e la necessità di creare un equilibrio tra turismo e comunità locali- dichiara Antonella Parigi, assessore Cultura e Turismo della Regione Piemonte – Il territorio di Langhe Roero, d’altra parte, rappresenta una delle aree più sviluppate sui temi del turismo e dell’accoglienza, un modello non solo a livello regionale, ma che può ancora lavorare per diversificare l’offerta turistica”.

Soddisfatto anche Luigi Barbero, presidente dell’Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero, “per questa due giorni di riflessioni e di analisi sul turismo con tutti i soggetti del territorio che supportano le nostre attività e con cui condividiamo gli obiettivi. Insieme siamo riusciti a creare una destinazione che è considerata – a livello mondiale – una meta da non perdere, grazie a quelle che sono le grandi eccellenze di un soggiorno di assoluto piacere enogastronomico e di autenticità delle tradizioni.Ora puntiamo sull’innovazione per diventare ancora più competitivi, in un mondo sempre più digitalizzato”.

Il modello utilizzato nei tavoli di lavoro – noto con il nome di “Business Model Canvas” e in uso anche in altri ambiti imprenditoriali – ha permesso di individuare e discutere modelli di business innovativi utili alla crescita e allo sviluppo del turismo.
Dopo le otto tappe svolte sui territori, verrà ora avviata la fase finale del progetto per l’effettiva stesura del Piano strategico regionale, che verrà presentato a Torino nei
prossimi mesi.

Gli Stati generali del turismo sono un’iniziativa dell’Assessorato alla cultura e al turismo della Regione Piemonte, realizzato da DMO Piemonte Marketing in partnership con BTO Educational e in collaborazione con: CNA, Confindustria, Confcommercio, Confartigianato, Confesercenti, Uncem e Unioncamere.
Tutte le informazioni e gli aggiornamenti saranno disponibili sul sito: www.piemonte-turismo.it