La foto dei Lettori di ATNews

Castagnole Monferrato: il cortile dell’Ex Asilo Infantile intitolato a Luciano Nattino

Grande partecipazione di pubblico nel week end per “La casa in collina”a Castagnole Monferrato, due giorni di teatro e di convivio alla Casa degli Alfieri voluti da Lorenza Zambon nel momento in cui il giardino si colora d’autunno.

“La casa in collina” è stato realizzato con il contributo della Fondazione CRT e della Regione Piemonte.

Molte sorprese per gli spettacoli che si sono susseguiti, che hanno appassionato ed emozionato gli spettatori: la nuovissima versione de“Il giardino segreto” (il testo che Lorenza Zambon ha scritto con Pia Pera, ora vera narrazione), “Noi robot”di Jet Propulsion Theatre, il “Soldato mulo va alla Guerra” del Teatro degli Acerbi, l’originalissimo “Domesticazione di cervi e sogni” dei due orticoltori-musicisti Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone. E ancora il“Bagno di foresta” o “Shinrin-yoku” guidato da Linda Frei, il laboratorio “Danziamo il mondo” di Aurora Cavazzin alla scoperta delle danze popolari.

Nel pomeriggio di domenica a Castagnole Monferrato il cortile dell’Ex Asilo Infantile “Regina Elena” (quello in cui ogni anno si volge “La passiùn di Gesù Crist”) è stato intitolato a Luciano Nattino nel nome del “cortile dei camminatori di domande”. All’evento erano presenti Antonio Catalano, il sindaco Francesco Marengo, il Vescovo Francesco Ravinale e tanti amici e artisti, ognuno dei quali ha donato un pensiero, un momento di musica e teatro. Un nuovo luogo di narrazione, di teatro popolare.