Asti, il contrasto allo spaccio di droga nelle scuole al centro della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

Nella mattinata di oggi, venerdì 7 settembre, a due giorni dall’inizio del nuovo anno scolastico, presso la Prefettura di Asti, si è riunito il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica allo scopo di avviare e coordinare le attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi delle scuole, in conformità alle direttive recentemente impartite dal Ministro dell’interno Matteo Salvini e dal Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Franco Gabrielli.

Alla riunione, presieduta dal Prefetto Alfonso Terribile, hanno partecipato il Sindaco di Asti accompagnato dal Comandante della Polizia Municipale, un Rappresentante della Provincia, i Vertici provinciali delle Forze di Polizia e un Rappresentante dell’Ufficio Scolastico territoriale di Asti.

Durante l’incontro è emerso che, fino ad oggi, nel territorio provinciale non si sono evidenziati fenomeni di spaccio di stupefacenti nelle adiacenze di istituti scolastici, pur registrandosi casi di consumo di sostanze all’interno delle scuole: è stata quindi decisa la prosecuzione e, ove necessario, l’intensificazione di mirati servizi di prevenzione da parte delle Forze dell’Ordine e della Polizia Municipale, nell’ambito delle rispettive competenze.

Inoltre, è stata sottolineata, da parte di tutti, l’esigenza di assicurare la piena circolarità delle informazioni tra Prefettura, Autorità scolastiche, Forze di Polizia ed Enti locali circa l’eventuale esistenza di fenomeni di illegalità nelle scuole, anche in riferimento al bullismo e ad altri segnali di disagio giovanile.

L’Ufficio Scolastico territoriale, pertanto, effettuerà un attento monitoraggio della situazione mediante diretti contatti con tutti i Dirigenti degli Istituti comprensivi, delle Scuole medie e delle Scuole superiori della provincia.

Verrà infine studiata l’opportunità di stipulare un apposito Protocollo d’intesa con lo stesso Ufficio Scolastico Provinciale finalizzato a mettere a fattor comune tutte le iniziative in materia di educazione alla legalità e prevenzione della devianza giovanile, anche in riferimento a quanto già previsto nella specifica materia dal “Patto per la sicurezza integrata e urbana nell’Astigiano” sottoscritto il 16 maggio scorso.