Quantcast

Sabato a Vinchio la passeggiata tra storia, memoria e musica sulle colline partigiane

Più informazioni su

Il terzo appuntamento sugli itinerari letterari di Davide Lajolo si svolgerà a Vinchio sabato 25 agosto tra le vigne della zona d’eccellenza dell’Unesco.

Il percorso ricorda la passeggiata quotidiana di Davide Lajolo nelle ferie d’agosto nella vigna di famiglia sul Bricco di San Michele tra Vinchio e la frazione di Noche. Su quel bricco c’è ancora il piccolo casotto presso cui lo scrittore si sedeva a parlare con i suoi fratelli contadini e a questo luogo ha dedicato nel 1962 uno dei suoi racconti più intensi “Sul bricco dei cinquant’anni” ora ripubbolicato in “Cuore di terra” (ed. Araba fenice).

La passeggiata è organizzata dall’Associazione culturale Davide Lajolo, dal Comune di Vinchio, dall’Israt e dall’Anpi con il patrocinio del Comitato per i valori della Resistenza e la difesa della Costituzione Consiglio regionale del Piemonte.

Il ritrovo dei partecipanti è alle ore 15.30 al Monumento al Partigiano in Piazza S. Marco a Vinchio, dove si è accolti dal Sindaco Andrea Laiolo. Quindi ci saranno le visite guidate al Museo di Davide Lajolo “Vinchio è il mio nido” e alla Casa della Deportazione dell’Israt.

Alle ore 16.30 inizierà la passeggiata per il Bricco di S. Michele con due fermate alla lapide di Vittorio Benzi, ragazzo di 17 anni catturato il 2 dicembre 1044 nella cantina di casa sua e deportato a Mathausen dove è morto tre mesi dopo, e alla tomba monumento, in cui sono sepolti il ten. Oreste Laiolo, medaglia di bronzo al V.M. e il cap. Ettore Lajolo, medaglia d’oro, entrambi morti durante la prima guerra mondiale.

Al Bricco di S. Michele Valentina Archimede leggerà di fronte all’anfiteatro delle colline il racconto del nonno “Sul bricco dei 50 anni”, in cui Davide Lajolo, proprio su quel bricco del padre, fa un bilancio della sua vita avventurosa. Verrà consegnato al giornalista scientifico Piero Bianucci il Premio Davide Lajolo Il ramarro.

Quindi la musica degli Archensiel con Paolo Penna chitarra e Mariarosa Negro voce. A fine concerto l’Azienda agricola di Severo Laiolo offrirà la merenda in vigna con i suoi vini.
Il ritorno in piazza S. Marco percorrerà il sentiero di Rivi tra vigne, noccioleti, prati.

La partecipazione è gratuita. Il percorso è parte su strade sterrate e parte su strade asfaltate. Si declina ogni responsabilità per eventuali danni a cose e/o persone che si verificassero nel corso della manifestazione.

info@davidelajolo.it, sindaco@comune.vinchio.at.it, info@casamemoriavinchio.it

Domenica mattina dalle 10 alle 12 è possibile visitare “Art’900-Collezione Davide Lajolo” Palazzo Crova, via Crova 2 Nizza Monferrato. Durante la passeggiata è disponibile il volume di Davide Lajolo “Gli oumini dell’arcobaleno”, una riedizione artistica a cura dell’Editoriale Giorgio Mondadori degli scritti sugli amici artisti corredati dal catalogo delle opere della Collezione.

Più informazioni su