Quantcast

Roghi al campo Rom di Asti, il M5S pubblica una petizione online: “Il sindaco espella chi appicca i fuochi”

Il Sindaco eserciti il suo ruolo di autorità di pubblica sicurezza ed espella immediatamente chi ha applicato il fuoco.

E’ sempre più incandescente la situazione al campo nomadi di via Guerra, teatro, dallo scorso Ferragosto di alcuni roghi. E’ il Movimento 5 Stelle a farsi portavoce dell’ala più dura dell’opposizione, prima chiamando direttamente in causa il sindaco e ora pubblicando una petizione sul noto sito change.org dove diffida il primo cittadino intimandogli di mettere in atto tutte le azioni necessarie per prevenire ulteriori azioni di questo tipo.

“Il Sindaco è per legge la massima autorità sul territorio comunale in materia di tutela della sanità pubblica e il vigente Regolamento delle aree attrezzate dal Comune di Asti per la sosta dei nomadi vieta espressamente ogni costruzione o posa di strutture fisse o precarie non ricadenti tra quelle consentite, abbandonare rifiuti di ogni genere fuori degli appositi contenitori, essere sprovvisti di estintore funzionante e in regola con gli obblighi di manutenzione e soprattutto bruciare qualsiasi rifiuto a fiamma libera – si legge nel testo della petizione – tali azioni sono gravi al punto da comportare addirittura la revoca dell’assegnazione della piazzola e l’immediato allontanamento dall’area attrezzata dell’assegnatario e della sua famiglia anagrafica”.

Della situazione in via Guerra si era discusso la scorsa settimana in un summit in Prefettura, anche alla luce dei nuovi adempimenti che i residenti dovranno mettere in atto alla luce del regolamento sul campo appena approvato dal Consiglio Comunale.