Quantcast

Festa patronale a Camo

Più informazioni su

Camo si prepara a vivere la quarantatreesima edizione della festa patronale dedicata a San Pietro in vincoli, organizzata da Comune e Pro loco: un mix di enogastronomia, serate musicali e appuntamenti culturali legati al Museo a cielo aperto e alla pinacoteca degli artisti, inaugurata nell’aprile scorso.

Il primo appuntamento è in programma sabato 4 agosto, alle 18, in pinacoteca, con l’apertura della mostra fotografica di Paolo Vergnano, dal titolo Le stanze delle meraviglie. In serata, Langhet an festa, una proposta che offre i caratteri della vera e tradizionale festa popolare estiva dove le persone si ritrovano da sempre per gustare la cucina langarola e danzare sul ballo a palchetto. Alle 20.30, spazio all’enogastronomia con la distribuzione di costine, salsiccia, formaggi e buon vino locale, con la musica dell’orchestra di Franca e Angelo.

Domenica 5, per l’ottavo anno consecutivo, tornerà il Vesparaduno: dalle 8.30 del mattino, passeggiata artistica fra le opere del Museo a cielo aperto, colazione in piazza, giro panoramico sulle colline del Moscato d’Asti e aperitivo offerto dalla cantina sociale Vallebelbo di Santo Stefano Belbo, seguito dalle premiazioni e dal pranzo aperto a tutti. Alle 11, nella pinacoteca, ci sarà la presentazione del libro Abbiamo fatto una gran perdita di Alberto Cellotto. Nel pomeriggio, alle 16.30, il momento ludico dedicato ai più piccoli, mentre alle 19 la pizzeria “Il posto” servirà l’aperitivo, in attesa della serata che accoglierà la distribuzione di antipasto di pesce, paella, dolce e sangria, con la musica da ballare degli anni 60/70/80.

Lunedì 6, alle 20.30, ultima serata mangereccia, a base di salumi, formaggi, bruschette, friciule e vino, con l’orchestra di Pino Mongioi. Nei tre giorni di festa saranno ospiti, per il progetto #costruzioni, gli scultori Daniela Guggisberg e Daniele Aletti, la pittrice Francesca Dondoglio, il designer Alberto Quazzo e la performer Tiziana Menegazzo.
Per informazioni, www.comune.camo.cn.it o www.museoacieloapertodicamo.it, mentre per le prenotazioni per le cene, entro il 3 agosto, si può telefonare ai numeri: 0141-84.01.00, 334-98.11.570, 340-28.02.860, 339-42.73.806.

Più informazioni su