Quantcast

Le Rubriche di ATNews - Comunicare la bellezza

Con il convegno di Canelli “Comunicare la Bellezza” iniziati i festeggiamenti per i 4 anni dal riconoscimento dei Paesaggi Vitivinicoli

Era il 22 giugno 2014 quando, a Dubai, i Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato furono dichiarati dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Sono passati quattro anni da quel momento storico e la ricorrenza è celebrata, in questo fine settimana, con molti eventi organizzati dall’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, coordinati dal Direttore Roberto Cerrato e dal suo staff dell’Ufficio Tecnico composto dall’Arch. Elisa Gandino e la Dott.ssa Carola Giacometti.

A Canelli, la Sala delle Stelle del Comune ha ospitato, proprio il 22 giugno, il convegno dal titolo del progetto dell’Associazione L’Astigiano 3.0, editore di Atnews.it , “Comunicare la Bellezza”, che ha rappresentato il momento in cui Roberto Cerrato ha illustrato le attività svolte dall’Associazione dei Paesaggi, alla presenza della vicepresidente Annalisa Conti, del Presidente della Provincia di Asti, nonchè padrone di casa Marco Gabusi, e una platea qualificata di ospiti.

In particolare, sono stati illustrati gli step del progetto “Land(e)scape the disabilities – Un Paesaggio per tutti”, finanziato a valere sui fondi della Legge 77/2006 del MiBACT per l’anno 2016, con la consegna delle targhe per non vedenti a Giancarlo Ferraris, Presidente dell’Enoteca Regionale di Canelli e dell’Astesana.

Presente anche la Regione Piemonte, con Liana Pastorin, in rappresentanza dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo, che ha illustrato la nuova edizione dell’iniziativa “Dopo l’UNESCO, Agisco!”, che per quest’anno vede l’Associazione dei Paesaggi maggiormente coinvolta.

Ha avuto poi spazio l’Associazione culturale L’Astigiano 3.0, che, attraverso il suo quotidiano online, Atnews.it da oltre un anno sta sviluppando il progetto “Comunicare la Bellezza: Narrazione Digitale dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato”.

L’iniziativa, avviata nel gennaio 2017 e che si concluderà il 31 luglio 2018, si è posta l’obiettivo di realizzare un percorso documentato che permetta di conoscere il territorio, attraverso interviste, fotografie e video a chi cura e vive tutti i giorni i Paesaggi Vitivinicoli Patrimonio dell’Umanità ed è pronto ad accogliere chi questi luoghi li vuole scoprire.

Nella sezione dedicata di Atnews.it “Comunicare La Bellezza” abbiamo creato una raccolta di voci e volti dei protagonisti dei Paesaggi Vitivinicoli, oltre ad una serie di gallerie fotografie e video utili come mezzo di promozione del territorio di Langhe-Roero e Monferrato in Italia e all’estero.” – spiega Claudia Solaro, consigliera dell’Associazione L’Astigiano 3.0 e responsabile del progetto, che durante la presentazione ha illustrato le varie tappe del percorso, che si è sviluppato tra i Comuni delle Sei Core Zone, con alcuni approfondimenti trasversali di tipo culturale ed enogastronomico (che si possono consultare cliccando QUI).

Fondamentale, nel nostro percorso, è il supporto dell’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato: oltre al patrocinio dell’iniziativa, è stato prezioso il confronto costante con il Direttore Roberto Cerrato e tutto lo staff, per programmare le attività in una direzione comune. – continua Solaro – Altrettanto preziosa, la collaborazione con l’Associazione Maestri di Territorio, nella persona della Presidente Monica Chiabrando, in particolare nella fase di progettazione, e di Radio Alba, in particolare l’editore Claudio Rosso e il giornalista Marcello Pasquero, per la gentile condivisione delle loro preziosa documentazione relativa ai personaggi del mondo del vino albese.

Importante anche la valenza didattica della nostra narrazione digitale, che è entrata all’Istituto A. Monti di Asti, con un intervento in aula del Liceo Linguistico, all’Istituto G.A. Giobert, indirizzo Turistico, alla Scuola dell’Infanzia Borgo Tanaro di Asti che, grazie alla disponibilità delle Cantine Bosca, ha vissuto un’indimenticabile esperienza nelle Cattedrali Sotterranee.”

Il progetto “Comunicare la Bellezza: Narrazione Digitale dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato” è sostenuto dalla Regione Piemonte, dal Consorzio del Barbera d’Asti e dei Vini del Monferrato e dalla Cooperativa della Rava e della Fava, realtà senza il sostegno economico delle quali non si sarebbe potuto raccogliere il prezioso materiale.