Le Rubriche di ATNews - Asti BenEssere

Asti BenEssere: Alicamenti: un valido aiuto per il benessere

Più informazioni su

Ottavo appuntamento della rubrica quindicinale dedicata al benessere con gli interventi di professionisti del settore. Oggi l’articolo è a cura della Dottoressa Silvana Forno che ci parla degli alicamenti.

 

Alicamenti: un valido aiuto per il benessere

della Dottoressa Silvana Forno

La nostra condizione psicofisica è determinata soprattutto da ciò di cui ci nutriamo quodidianamente.

Nella vita moderna dove cibo spazzatura e aria inquinata sono sempre più una minaccia per la salute determinando disturbi quali obesità e diabete, nutrirsi bene diventa fondamentale sia per la prevenzione che per la cura delle malattie.

La terra ci viene in aiuto fornendoci prodigiosi frutti, fondamentali per il nostro equilibrio e la nostra vitalità. Corpo e mente riacquisiscono armonia e vigore se arricchiti con alimenti secondo natura.

Questi alimenti particolari denominati alicamenti cioè alimenti-medicamenti sono molto ricchi di nutrienti come antiossidanti, vitamine e minerali che stimolano la regolazione dei processi fisiologici e favoriscono l’efficienza dei sistemi biologici grazie all’elevata biodisponibilità dei nutrienti forniti.

Essi infatti offrono un valido sostegno nella regolazione dei processi metabolici e della reattività neurovegetativa e nello stimolo delle difese immunitarie.

Questi alimenti sono per lo più bacche che come prodotto finale della pianta rappresentano un concentrato vitale delle caratteristiche della pianta e del terreno su cui è cresciuta. La loro biodisponibilità è immediata, cioè il nostro organismo scompone l’alimento nelle parti di cui è composto in modo semplice e rapido senza utilizzare energia in eccesso e produrre scorie come dovrebbe fare assumendo un integratore.

Nell’utilizzo di questi alicamenti è importante tenere in considerazione alcuni parametri: prima di tutto la provenienza (ad
esempio il goji coltivato in Mongolia a 1500 m di altitudine ha una composizione quali-quantitativa di nutrienti decisamente superiore a quello di provenienza diversa).

Poi sono essenziali l’assenza di manipolazioni genetiche, il processo di lavorazione e raccolta secondo i parametri della coltivazione biologica e biodinamica, lavorazione controllata dalla raccolta al confezionamento, raccolta nel giusto tempo di maturazione, essicazione al sole a bassa temperatura e infine confezionamento adeguato a preservare la qualità fino ad esaurimento della confezione proteggendo da luce ed aria tutte le preziose componenti nutrizionali senza aggiunta di conservanti e coloranti.

E’ importante anche che vengano eseguite analisi biochimiche su ogni lotto per garantire l’assenza di aflatossine, metalli pesanti, pesticidi, solfiti, microbi, muffe, sicurezza patogena (salmonella, listeria).

Il più conosciuto fra questi alicamenti è la bacca di GOJI (Lycium Barbarum L) ricchissimo in vitamina C, germanio, proteine, quindi con altissime proprietà antiossidanti, fonte di rame, ferro, fosforo, manganese, potassio, magnesio, zinco e cromo.
E’utilissimo per anemia, diabete, periodi di stress, gravidanza, menopausa, spossatezza, attività sportiva.

Altro importante alicamento è l’ALCHECHENGIO, che è un frutto dal sapore agro dolce della Physalis peruviana, della famiglia
delle Solanacee, che cresce nelle aree tropicali della Colombia su terreni di origine vulcanica molto ricchi di nutrienti che rendono le sue bacche più dolci di quelle cresciute altrove.

L’alchechengio è fonte di ferro, fosforo, fibre utili per regolarizzare le funzioni intestinali sia in caso di stitichezza che di diarrea; utile anche per fragilità capillare, per la prevenzione di stati di raffreddamento, reflusso biliare, litiasi renale, uricemia.

Molto interessanti sono anche le bacche di CRANBERRY, provenienti da un arbusto di origine canadese che cresce su terreni sabbiosi e ricchi di acqua. Il cranberry è utile per predisposizioni a cistiti e infezioni delle vie urinarie recidivanti, retinopatie, gengiviti e aftosi, gastriti da infiammazione e infezioni da helicobacter pylori.

Giorno dopo giorno quindi, noi possiamo arricchire la nostra dieta con questi alimenti prodigiosi per raggiungere uno stato di vero benessere.

Dottoressa Silvana Forno
c/o Farmacia San Rocco

La Rubrica Asti BenEssere è a cura della Cooperativa della Rava e della Fava

Più informazioni su