Quantcast

Canelli, ecco il programma delle celebrazioni per il 73° Anniversario della Liberazione

In occasione del 73° anniversario della Liberazione dal nazifascismo, l’Associazione Memoria Viva Canelli organizza una serie di eventi celebrativi in collaborazione con il Comune di Canelli, l’ISRAT, Nuovo Cinema Canelli, Azione Cattolica, Scuola Media C. Gancia, Biblioteca G. Monticone, Unitre Canelli e Apro Formazione Canelli.

Appuntamenti pubblici

9 aprile – 4 maggio, Canelli: mostra I Volti della Libertà, immagini della Resistenza astigiana tratte dall’archivio dell’ISRAT. Visitabile presso il plesso scolastico APRO Formazione di Canelli, via dei Prati 16, nell’orario di apertura dell’istituto.

Sabato 21 aprile ore 16.30, Acqui Terme, Sala Conferenze Palazzo Robellini
Convegno di chiusura mostra Dalla Resistenza alla Costituzione, Il convegno, proposto da Memoria Viva, Azione Cattolica e ANPI vedrà la partecipazione di insigni relatori. Aprirà l’incontro l’Assessore alla Cultura Alessandra Terzolo. Seguiranno i seguenti interventi: “Dalla Resistenza alla Costituzione Repubblicana” – Relatrice Carla Nespolo, presidente nazionale ANPI; “Sulle riforme costituzionali: quali percorsi futuri?” – Relatori: Renato Balduzzi, costituzionalista, Consiglio Superiore della Magistratura – Federico Fornaro, Camera dei Deputati.
L’evento si propone di contribuire alla divulgazione e alla conoscenza degli aspetti fondanti il nostro ordinamento e della sua origine, attraverso l’utilizzo di parole alla portata di tutti e concetti che potranno essere utilizzati dagli insegnanti nelle scuole che, se vorranno, potranno poi approfondire i temi specifici su tale base.

Domenica 22 aprile, ore 16.30:
Presentazione libro Così è stato il mio tempo, di Gianna Menbreaz (ed. Impressioni Grafiche). Presenta Primarosa Pia, del comitato scientifico dell’Istituto Pedagogico per la Resistenza. Biblioteca Civica G. Monticone, via M. D’Azeglio 47, Canelli.
Gianna Menabreaz ci sorprende ancora una volta con questa raccolta di memorie di persone che hanno attraversato la guerra vedendola con gli occhi dei ragazzini, e che ci ricordano che cosa la guerra sia stata, e continui a essere, in termini di dolore e di fame, di perdita di amici e parenti, di odio e sopraffazione, del prevalere del lato peggiore degli esseri umani.
Scorrono sotto gli occhi i ricordi di persone care come Giovanni Marello, Vittorio Galandrino, Ardemia Valfiorito, “Giulio Vola”, Anna Cherchi e Angioletta Vespa

Mercoledì 25 aprile:
ore 11, Canelli: in Piazza della Repubblica “Commemorazione ufficiale” con musiche della Banda Città di Canelli e Deposizione corona di fiori al Monumento ai Caduti.
ore 15, Cassinasco, Santuario dei Caffi: camminata aperta a tutti dal Monumento ai Caduti dei Caffi al Cippo del Falchetto, percorso sui luoghi delle lotte partigiane. Si tratta di una passeggiata accessibile a tutti, anche alle famiglie con bambini, che sarà accompagnata da letture e canti e che permetterà di godere della spettacolare bellezza delle nostre colline.
ore 18, Cassinasco, Sala del Comune: Nuovo Cinema Canelli presenta il film documentario Libere, di Rossella Schillaci (2017). Qual è stato il ruolo delle donne nella Resistenza italiana? Il film racconta, con le voci delle protagoniste, che cosa abbia significato quel periodo di lotta, combattuta insieme agli uomini ma anche e soprattutto per la loro stessa liberazione. Attraverso un montaggio suggestivo di film d’archivio, estrapolando un filo narrativo dalle interviste a partigiane, realizzate negli ultimi quarant’anni dall’Archivio nazionale cinematografico della Resistenza, emerge una precisa visione di quel periodo, “rivissuto” nella memoria e nei ricordi, a cui si fa risalire, per molte di loro, la prima vera nascita del femminismo, dove la lotta è vista anche come emancipazione e ricerca di libertà, dove si acquista una maggiore libertà sessuale e si richiede la parità nel lavoro e nella famiglia.
Ingresso libero.
ore 19.30, Cassinasco, Circolo Ricreativo Bruno Gibelli: ‘Merenda sinoira Resistente’

Iniziative delle Scuole

Lunedì 23 aprile: visita dei ragazzi della Scuola Media C. Gancia di Canelli ai luoghi dov’è custodita la memoria della resistenza canellese (lapidi, vie, edifici che ricordano le vicende di quegli anni).