Quantcast

Appuntamento con la poesia piemontese sabato al Castello di Cisterna d’Asti

Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese, I.C. di San Damiano d’Asti, Museo Arti e Mestieri di un tempo, Corale di Santo Stefano Roero, Fra Production, Israt e Associazione AIMC Asti propongono un pomeriggio all’insegna della poesia piemontese.

Giovanni Tesio presenterà il suo canzoniere “Vita dacant e da canté” e ne discuterà con Luciano Bertello.

L’appuntamento è per sabato prossimo 21 aprile, alle 16 al castello di Cisterna d’Asti, piazza Hope 1.

 

Se la poesia ha obiettivi, gli obiettivi del “canzoniere” di Giovanni Tesio sono dare voce a una voce che viene di lontano; dare voce alla vita, che è varia e complessa, intricata ma – specie se vista “dacant”, ossia di lato – degna di canto; dare voce a una “lingua di poesia” – quella piemontese – che non cessa di “dittare” (ossia di urgere dentro e di dentro); e infine dare voce a una resistenza, che è quella di non arrendersi al negativo, che possiamo pur sempre riscontrare nella nostra esistenza.

Il professor Tesio, già ordinario di letteratura italiana all’Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro”, sede di Vercelli, ha pubblicato alcuni volumi di saggi, antologie, monografie, curato testi, tra cui la scelta dall’epistolario editoriale di Italo Calvino, I libri degli altri (Einaudi). È codirettore della collana “Biblioteca del Piemonte Orientale” e della rivista “Letteratura e dialetti”.

Il professor Bertello è insegnante, storico e anima del Roero.

Per informazioni: Scuola Primaria di Cisterna d’Asti Cravanzola Giovanna e Scuola dell’Infanzia di Cisterna d’Asti Mo Tiziana 0141979476 — 0141979522.