Quantcast

Insulti, botte e vessazioni ad una bambina di 10 anni: condannati il padre e la matrigna

Più informazioni su

E’ stata emessa oggi dal Tribunale di Asti la sentenza di primo grado con rito abbreviato sul caso della bambina di 10 anni vessata, picchiata e insultata in famiglia nell’astigiano.

Il giudice Alberto Giannone ha condannato il padre naturale della bambina a tre anni e otto mesi e la matrigna, la compagna dell’uomo, entrambi macedoni, a tre anni e quattro mesi.

Erano stati i carabinieri del Comando Compagnia di Canelli (nella foto durante la conferenza post arresto della coppia) a condurre l’operazione denominata “Cenerentola”, per quello che aveva subito la piccola in casa, definita dai militari “Casa degli orrori”, con insulti, botte, minaccie di morte e umiliazioni da parte dei due adulti (clicca qui per leggere l’articolo relativo).

A dar il via alle indagini, coordinate dal sostituto procuratore di Asti, Donatella Masia, era stata la segnalazione da parte della scuola frequentata dalla bambina.

Più informazioni su