Cisterna d’Asti, domani Renata Sorba presenta il libro “Pennellate di Colori in un mondo neutro”

Sabato 2 dicembre alle ore 16.00, presso il castello di Cisterna d’Asti, Renata Sorba presenta il suo libro “Pennellate di Colori in un mondo neutro”, introduce Marcello Follis – Presidente ANFFAS di Asti.
“Frutto di anni di impegno nel sociale per promuovere la mia disabilità e l’ausilio del cane guida, tanti sono gli argomenti che ho voluto trattare ed evidenziare. I racconti sono alternati anche da simpatici aneddoti che York personalmente racconta e testimonia. Un modo semplice ma utile per far conoscere un mondo che pochi conoscono e che spesso ignorano. Questo libro vuole essere un “manuale” per chi si avvicina al mondo della disabilità sensoriale e nello stesso tempo per chi invece ha la fortuna di conoscerlo e viverlo. La pubblicazione è anche arricchita di foto e disegni realizzati da artisti e dalla sottoscritta, scelta voluta per renderla più vivace e colorata.

Il libro è nato senza alcun progetto a tavolino ma è stato composto raccogliendo il materiale, diventando un puzzle e dando la possibilità ai lettori di aprire a caso le pagine e raccogliere pensieri e riflessioni. La lettura è molto veloce e scorrevole. Per me è stato un momento di appagamento personale, scrivere è terapeutico, trasmettere con le parole le proprie emozioni mi ha permesso di aprirmi e farmi conoscere oltre che agli altri anche me stessa. Spero di aver dato con questa pubblicazione uno spaccato di vita che da fuori forse non sempre si riesce a cogliere mentre leggendo le mie sensazioni forse si impara qualcosa di nuovo. Pochi sono i libri che trattano la disabilità sensoriale e sono contenta quindi di averlo pubblicato.”

Per Informazioni e variazioni di programma controllare questo link: http://www.scuolealmuseo.it/blogdidattica/

RENATA SORBA: nata ad Asti, ha conseguito la maturità artistica presso l’istituto d’arte cittadino. Ha trascorso un periodo della sua vita a Londra, dove ha perfezionato la conoscenza della lingua Inglese. Ha svolto lavori da interprete, bibliotecaria e libraia. Nell’adolescenza le venne diagnosticata un’ipoacusia bilaterale e, in seguito, la retinite pigmentosa che, nel 2006, l’ha resa cieca. Fa parte della Commissione Pari Opportunità della città. In questi anni ha organizzato eventi, manifestazioni, e campagne di sensibilizzazione per la cittadinanza sulle disabilità sensoriali.