Quantcast

Domenica, gli Aslanti in scena a Viatosto con “Taxi”

Appuntamento con lo spettacolo teatrale “Taxi” degli Aslanti, domenica prossima, 27 agosto, alle 21 in occasione di “Viatosto in Festa”.

“Giorgia non è la solita taxista. E’ una donna che ascolta, magari, divertita, sorride di nascosto, mentre le storie delle differenti vite le passano accanto, la sfiorano e le lasciano giornalmente amarezze o felicità. Poi torna a casa e si riscopre donna nelle sue stanze e con i suoi amori. La strada le porta follia, odi, razionalità ma soprattutto storie di amore. Escono proprio queste storie che accompagnano lo spettatore in un atto unico che farà sorridere ma anche riflettere su cosa cerchiamo e su cosa possediamo nella nostra intimità. Gli abiti, i gioielli, l’intimo appeso ad asciugare, uno sci, un libro di filosofia. Oggetti che accompagnano personaggi dagli sguardi intensi e dai volti pieni di amarezza ed euforia. Quello che rimane sono tante domande ma anche alcune certezze che ognuno possiede nelle proprie forme e frutto delle diverse esperienze”.

Gli Aslanti approdano al teatro nel 2007 al termine di un laboratorio teatrale organizzato l’anno precedente dal Crasl dell’ASL di Asti, tenuto da Leonardo Poppa.

Il primo lavoro si concretizza con la messa in scena di una commedia brillante in due atti, “Morti apparenti”, basata sull’adattamento di due brevi testi di Achille Campanile.
Nel giugno 2010 subentra alla regia del gruppo Isabella Bigliuti che promuove il secondo lavoro degli Aslanti: “Come ammazzare la suocera”, una commedia brillante tragi-comica di Antonio Amurri .
Successivamente, a partire dal 2012 , sotto la guida del regista Riccardo Fassone, autore teatrale astigiano, portano in scena la commedia in tre atti di Achille Campanile “L’amore fa fare questo e altro” (adattamento del testo a cura di Luciano Nattino) e “Falsi peccati”, testo di drammaturgia il cui autore è il regista stesso che ha firmato anche “Noi saremo per sempre” presentato in occasione della Giornata della memoria 2016.

L’ingresso allo spettacolo è gratuito.