Asti, festeggiato l’anniversario della Proclamazione della Repubblica (foto)

Piazza San Secondo ha ospitato come da tradizione la Cerimonia celebrativa di Asti del 71° Anniversario della proclamazione della Repubblica.

Alla manifestazione organizzata dalla Prefettura di Asti, unitamente al Comune e alla Provincia, hanno preso parte le massime Autorità civili, militari e religiose, i Sindaci dei Comuni della provincia e i rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e del Volontariato; hanno partecipato anche la Banda Cittadina “Cotti” di Asti, della Fanfara della Sezione “Lavezzeri” di Asti dell’Associazione Nazionale Bersaglieri, del “Piccolo Coro I.C. 1”, dei Maratoneti Ambasciatori per lo Sport della Città di Asti e della compagnia “Teatro degli Acerbi”.

La cerimonia si è aperta con il momento sempre toccante dell’alzabandiera con un operatore della Polizia Stradale in forza alla Sezione di Asti come Portabandiera ufficiale della Festa della Repubblica di quest’anno, occasione per onorare il 70° Anniversario della costituzione della Polizia Stradale, nata come specialità della Polizia di Stato il 26 novembre 1947 e che, sin dagli albori, ha costantemente orientato strategie e attività operativa al perseguimento della libertà di circolazione, bene fondamentale tutelato dalla Costituzione, nel rispetto della legalità e della sicurezza, versando l’enorme tributo di ben 373 caduti, dalla sua fondazione ad oggi.

Il Prefetto Paolo Formicola ha dato lettura del Messaggio del Signor Presidente della Repubblica, poi la cerimonia è proseguita con la consegna dei diplomi delle Onorificenze dell’Ordine “al Merito della Repubblica Italiana” a cinque Cittadini benemeriti di questa provincia: l’appuntato scelto dei Carabinieri Carlo Floris, all’imprenditore Giorgio Guasco, al dirigente carriera prefettizia a riposo Giovanni Domenico Paolo Icardi, all’imprenditore Giuliano Salvatore, e alla docente e funzionaria scolastica Lavinia Saracco. Sono state consegnate inoltre le Medaglie d’onore concesse a deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto, ai familiari di due astigiani non più in vita: Ettore Marengo e Ottavio Montrucchio.

Nel pomeriggio, prima della Cerimonia dell’Ammainabandiera, la Banda Città di Asti “G. Cotti” ha proposto, sempre nella splendida cornice di piazza San Secondo, il tradizionale Concerto diretto dal Maestro Sandro Satanassi.

Per vedere alcuni momenti della cerimonia di questa mattina clicca qui o vai alla sezione fotogallery.