Quantcast

Il Monferrato incontra la Maremma: scambio di storie e saperi a Mombaruzzo

Il Monferrato astigiano ospiterà Il gruppo teatrale maremmano "Improvvisati" di Batignano (Grosseto), che andrà in scena con due commedie comiche il 2 e 3 giugno prossimi.

Più informazioni su

La compagnia, formata da interpreti locali che fanno emergere in tutta evidenza espressioni legate a lontani tradizioni di oralità tipica toscana, sorprendono per la loro comunicazione naturale e travolgente.
Tra le colline patrimonio dell’ UNESCO, la compagnia andrà in scena nel Teatro Comunale di Mombaruzzo (Asti).
Saranno rappresentate due commedie brillanti: il 2 giugno alle 21,15, “Vecchio sì ma Scemo no “, mentre il pomeriggio, alle ore 17 del 3 giugno sarà contrassegnato dalla commedia wwwscansamorte.com che già ha avuto successo in questi primi mesi dell’anno.

La compagnia toscana presieduta da Stefano Vergari, avrà anche l’occasione di partecipare attivamente all’ evento culturale Il “Monferrato incontra la Maremma”,
scambio di storie, saperi e sapori legati alle tradizioni dei due territori, autentiche “eccellenze italiane”.

Il 2 e il 3 giugno, nel “dopo teatro”, gli ospiti proporranno la Maremma attraverso degustazioni di prodotti tipici del territorio grossetano: un’occasione anche per
parlare delle tradizioni popolari dettate anche dai personaggi che hanno contrassegnato la vita della Maremma: briganti, butteri, maggiolini, poeti estemporanei.

Un tuffo in una terra che esprime, come il Monferrato astigiano,”ricchezze” scoperte nel tempo, rivalutate con il recupero dei territori che hanno significato la vera storia italiana, quella che il mondo ci invidia.
Sarà uno scambio non solo culturale, infatti Mombaruzzo tra le colline dell’alto Monferrato conosciuto per i caratteristici Amaretti, proporrà i vini nobili come
Barbera, Brachetto, Dolcetto, Moscato, le Grappe che accompagneranno assaggi di piatti tipici quali: bagna cauda, agnolotti al plin, fritto misto alla piemontese.
La manifestazione porterà all’apertura di due sedi museali “Del territorio” e “Della distillazione”, oltre ad una visita guidata nei boschi, con ingresso nelle tartufaie
protette.

“Per noi questo esordio fuori dal territorio di grossetano ci onora, creando curiosità ed una carica per interpretare al meglio queste commedie brillanti che sicuramente saranno accolte con simpatia. Per due giorni scopriremo Mombaruzzo con le sue caratteristiche. Non si tratterà solo di una sorta di “zingarata” di pochi amici fra le colline patrimonio dell’UNESCO ma si potrà considerare un gemellaggio fra le nostre comunità: conoscersi per apprezzarsi e condividere i nostri valori storici importanti”, afferma Stefano Vergari che della compagnia è anche uno degli attori principali.

Questo scambio culturale e di esperienze ha il sostegno e il patrocinio dell’Associazione Monferrato 1050, in occasione dell’anniversario della nascita del
Monferrato datata 23 marzo 967, quando l’imperatore Ottone I assegnò il territorio ad Aleramo.

Più informazioni su