Quantcast

Asti, allo Spazio Kor “Il teatro…visto dal palcoscenico”: spettacolo-visita sui retroscena del palco

Domenica 7 maggio, alle ore 18 con replica alle ore 21, andrà in scena  allo Spazio Kor di Asti (ex Chiesa di San Giuseppe), “Il teatro…visto dal palcoscenico”.

“Facciamo appello alle forze dell’immaginazione! Supplite voi, col vostro pensiero, alle nostre carenze: dividete ogni singolo uomo in mille unità…è alla vostra mente che spetta ora equipaggiare i sovrani e condurli per ogni dove, bruciando i tempi e condensando gli eventi di molti anni in un voltar di clessidra…”.
Questa citazione shakespeariana è tra punti nodali della nuova esperienza di spettacolo-visita al Museo “La macchina delle illusioni” ed alla sala teatrale dello Spazio Kor di Asti, nell’ex Chiesa di San Giuseppe.

Questa azione è parte del progetto “Open” dell’Associazione CRAFT in collaborazione con il Teatro degli Acerbi, con il sostegno di Compagnia di San Paolo.

La “Macchina delle Illusioni” (intitolata al Maestro Eugenio Guglielminetti), situata all’interno dello Spazio, allestitanei locali precedentemente destinati a magazzino della sala teatrale, consta di una serie di installazioni interattive, che permettono di poter apprendere il funzionamento di alcune fondamentali tecniche e tecnologie utilizzate nella realizzazione di un allestimento teatrale.

Questo nuovo spettacolo-visita “Il teatro…visto dal palcoscenico”, ideato da Francesco Fassone e Alice Delorenzi, con Patrizia Camatel, Elena Formantici e Tommaso Massimo Rotella (anche regista) è stato pensato per continuare a solcare il pensiero della creazione di un’identità condivisa col pubblico, per arrivare a creare una vera sinergia creativa tra artisti e pubblico. Pubblico che diventa partecipe delle scelte, perché possa davvero vivere il teatro come casa e non solo come spettatore. Lo Spazio diventa così un laboratorio di idee, dove pubblico e appassionati possano facilmente accedere e scoprire la vita del teatro e i suoi trucchi. La magia che c’è sul e dietro il palco.

Spiegano gli attori: “Come nasce uno spettacolo teatrale? Chi sono le persone che lavorano a teatro e come si svolge la loro giornata? …Chi fa apparire il fantasma al momento giusto? Se volete scoprire i retroscena dell’arte teatrale, aver risposta a queste e tante altre curiosità, e poi condividere, per un giorno, il mestiere dell’attore, del regista, dello scenografo e del sarto, dei tecnici addetti alle luci e al suono, questa è l’occasione giusta. L’originale percorso muove dalla conoscenza teorica alla messa in pratica.”

I partecipanti, in piccoli gruppi, accedono in un primo momento alla sala teatrale, ove assistono alle prove di una compagnia teatrale che sta per mettere in scena l’Amleto di Shakespeare; il gruppo di spettatori può intervenire direttamente nella preparazione della rappresentazione iniziale: alcuni possono cimentarsi nelle parti dei personaggi accanto agli attori professionisti, altri potranno intervenire nell’allestimento scenografico facendo uso di appositi elementi e materiali messi a disposizione sul palco, altri ancora possono prendere posto al banco di regia, affiancati da un tecnico professionista, per cimentarsi nella scelta dell’illuminazione e della sonorizzazione più adatta. Al termine della rappresentazione il pubblico è poi introdotto nel percorso espositivo della Macchina delle Illusioni.
Prenotazione obbligatoria – Biglietti 5 € – info e prenotazioni: 3491781140 – info@spaziokor.it

Tutto le info sullo Spazio Kor sul nuovo sito www.spaziokor.it e sulla pagina Fb @SpazioKor.
Lo spettacolo verrà anche replicato per le scuole nell’ambito del cartellone del Teatro Scuola Comune di Asti.