Progetto Traineeship sull’alternanza scuola-lavoro presentato all’Unione Industriale di Asti

Traineeship è un progetto pilota per lo sviluppo dell'alternanza scuola lavoro negli istituti tecnici e professionali, promosso da Federmeccanica e dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) e realizzato con INDIRE (Istituto Nazionale Documentazione Innovazione Ricerca Educativa).

Al fine di presentare Traineeship, lo scorso 13 febbraio, si è svolto un incontro illustrativo che ha visto la presenza di numerose imprese del territorio le quali hanno avuto modo di avere da parte dei referenti del progetto e dell’Istituto Castigliano maggiori informazioni sulle modalità operative che consentiranno di ospitare i ragazzi in stage.

L’Unione Industriale della Provincia di Asti, insieme al suo Gruppo Metalmeccanici, è attivamente impegnata nella realizzazione del progetto insieme all’Istituto Scolastico Castigliano di Asti, una della 50 scuole selezionate in tutta Italia. Alle aziende del territorio che intendono aderire a Traineeship è richiesta la disponibilità ad ospitare in stage i ragazzi dell’Istituto, sulla base di un progetto di sviluppo delle competenze professionali e relazionali già definito nelle sue linee essenziali ma che può essere adattato in funzione delle caratteristiche della singola azienda ospitante.

Per garantire la coerenza con le esigenze delle diverse aziende, Mista Spa di Cortiglione (azienda produttrice di contatti elettrici) e l’Istituto Castigliano hanno realizzato un progetto – selezionato dal Ministero dell’Istruzione tra i progetti di eccellenza di alternanza scuola lavoro a livello regionale – rivolto all’indirizzo manutenzione e assistenza tecnica.

In questi mesi, la scuola e l’azienda partner hanno collaborato per scegliere le competenze che è possibile sviluppare in stage, definire quali prestazioni lo studente è in grado di realizzare in azienda nei diversi anni (3°, 4° e 5° superiore), definire i parametri di misurazione delle prestazioni.

“Questo progetto di alternanza, validato dall’Azienda che ha collaborato alla progettazione – commenta il Capo Gruppo Metalmeccanici dell’Unione Industriale, Bruno Rostagno della Valbormida Spa di Bubbio – viene messo a disposizione delle aziende interessate a ospitare gli studenti: è possibile intervenire sui contenuti, adeguandoli alle caratteristiche della singola impresa, così come può essere concordato il calendario dello stage e la durata della permanenza in azienda. Pensiamo comunque che la presenza di un progetto già strutturato e organizzato in funzione dei bisogni aziendali possa essere un utile punto di partenza, per risparmiare tempo e confrontarsi su un’ipotesi di lavoro concreta”.

“In Piemonte il Castigliano è il primo istituto professionale a sperimentare questo percorso – dice Pietro Costa, insegnante e coordinatore del progetto per la scuola. L’obiettivo è aumentare e consolidare il raccordo tra scuola e impresa, allineando i fabbisogni di domanda e offerta di lavoro. Il progetto sviluppato con il dott. Filippo Savio, consulente di Mista SpA, è basato sulle competenze da far acquisire agli studenti ma prevede anche metodi di valutazione e certificazione dei periodi formativi che aprono nuovi e interessanti scenari di collaborazione”.

“L’Istituto è stato recentemente accreditato dalla Regione Piemonte per i servizi di avviamento al lavoro (cosiddetto Garanzia Giovani) – ricorda il Dirigente Scolastico Ugo Rapetti. Abbiamo creato uno sportello riservato ai nostri studenti per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro tra le aziende del settore. Il settore manifatturiero resta di primaria importanza per la nostra scuola e per il territorio è l’intenzione è di estendere il progetto Traineeship a tutti i settori e metterlo anche a disposizione delle altre scuole, che per la prima volta si avvicinano alla realtà dell’alternanza scuola lavoro”.