Quantcast

Domani sera in Confartigiano Asti Nazarena Fazzari presenta “Tre uomini fanno una Tigre”

Mercoledì 14 dicembre alle 21.15 nella Sala Nebiolo di Confartigianato Asti, in Piazza Cattedrale 2, Nazarena Fazzari presenta "Tre Uomini Fanno Una Tigre", un viaggio nella cultura e nella lingua cinese.

Un libro non solo per chi lavora o viaggia, ma anche per chi si avvicina alla Cina per curiosità o per studiarne la lingua,e perfino per chi pensa di conoscerla già.

Ritorna l’appuntamento con gli scrittori in piazza Cattedrale. La Confartigianato di Asti, in particolare la sezione Donne Impresa ha fortementevoluto un nuovo ciclo di appuntamenti nel cuore della città.

La presidente Anna Oliva: “Gli scrittori sono artigiani della cultura, ci uniscono molti aspetti del nostro lavoro. Per questo voglio unire le forze e creare nuove energie “.

Dopo il successo delle edizioni precedenti con scrittori del calibro di Antonio Manzini , Marco Malvaldi e Margherita Oggero,l’obiettivo è dare continuità e uno stile leggero agli incontri con gli autori per parlare di libri e cultura del lavoro. La direzione artistica è stata affidata a Davide Ruffinengo, libraio che da anni collabora con la Confartigianato. Tutti gli incontri sono a ingresso libero e aperti al pubblico.

Il 14 dicembre il primo incontro ci condurrà in un viaggio molto particolare con Nazarena Fazzari autrice del libro Tre uomini fanno una tigre pubblicato dalla casa editrice torinese Instar Libri.

Crescita inarrestabile, comunismo capitalistico, diritti umani, megalopoli: questi i temi più dibattuti quando si parla di Cina. Che ci si trovi in Cina per lavoro o per piacere, può tornare utile sapere perché negli ascensori manca il quarto piano, perché chi vi invita al ristorante non mangia, perché non si devono mai regalare fiori bianchi.

Nazarena Fazzari, che in Cina ha vissuto e lavorato a lungo, racconta come capire meglio il Paese del dragone e fornisce alcuni consigli per instaurare buoni rapporti con i cinesi, si tratti di amicizia o di trattative d’affari. Partendo dalla propria esperienza, spiega la tanto fraintesa Cina nelle sue superstizioni quotidiane, nelle complicate regole di bon ton a tavola, nei retaggi confuciani che regolano il comportamento in pubblico, ma anche nei modi in cui una cultura millenaria si esprime attraverso la lingua e i suoi caratteri.
Con sguardo acuto e non di rado divertito si sofferma sul confronto culturale e sulle difficoltà di comunicazione, aprendo squarci su quello che al primo impatto può apparire un mondo indecifrabile.

Nazarena Fazzari, classe 1977, sinologa. Ha lavorato a lungo in Cina e come interprete di cinese. Tra le traduzioni pubblicate: “Metà dell’uomo è donna” di Zhang Xianliang, un romanzo di denuncia ambientato durante la Rivoluzione Culturale; “Introduzione alla cultura cinese” per l’Hanban, sede centrale dell’Istituto Confucio; e una serie di testi scolastici per Lattes nell’ambito di un progetto multiculturale che agevoli l’inserimento e lo studio degli studenti stranieri. Insegna cinese presso una scuola privata di Torino, Asian Studies Group. “Tre uomini fanno una tigre” è il suo esordio come scrittrice.